Chrisadamo

Chrisadamo

VIDEO DECAPITAZIONE IRAQ SCARICA

Posted on Author Kagar Posted in Autisti


    Sotloff era stato mostrato al termine del video della decapitazione di James Foley​, il prossimo ostaggio a morire se non fossero cessati i raid sul nord dell'Iraq. Quattro peshmerga curdi sono stati decapitati dall'Isis come rappresaglia al blitz Usa per liberare 70 ostaggi in Iraq. Il filmato di 15 minuti. Dovevamo scaricare il corpo perché gli altri lo vedessero. L'iracheno dice: "​Bene, possiamo anche fare un bel video di decapitazione dato che ha ancora la​. Video choc dall'Iraq: gli jihadisti decapitano un reporter Usa del video della decapitazione di James Foley da parte degli jihadisti dell'Isis in Iraq. Da domani nuovo modulo per l'autocertificazione | Scarica il documento.

    Nome: video decapitazione iraq
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 25.45 MB

    Le operazioni americane in Iraq si stanno per espandere ma gli analisti avvertono: battere lo Stato islamico è assai dura. Berger, un consulente in antiterrorismo per il governo. I servizi segreti americani e inglesi stanno confrontando la voce del jihadista londinese con il database di voci registrate che hanno a disposizione: dalle intercettazioni fatte in Iraq ai video degli interrogatori nella prigione di massima sicurezza di Guantanamo.

    Da un anno e mezzo lo Stato islamico dispone di un battaglione di almeno cinquecento combattenti formato da volontari arrivati dalla Gran Bretagna le unità tendono a essere raggruppate per lingua per facilitare le comunicazioni: i francesi con i francesi, i turchi con i turchi, i ceceni con i ceceni. Il Califfato è consapevole di stare cedendo informazioni in pubblico, ma le controlla. Due giorni fa funzionari del dipartimento di stato e della Difesa hanno contattato i social network e hanno invece chiesto di bloccare la circolazione del video dello Stato islamico, in osservanza del codice di autoregolamentazione dei loro servizi.

    Tuta intera elegante, quale scegliere per coniugare stile e praticità?

    Nel settembre del SITE ottenne il nuovo video di Osama bin Laden prima che al Qaida lo diffondesse tramite i suoi canali ufficiali si trattava del primo video di bin Laden da tre anni.

    Nel giro di venti minuti, molti computer delle agenzie di intelligence americane cominciarono a scaricare il video: poco dopo il video fu trasmesso da una televisione via cavo americana.

    Nel corso degli anni sembra comunque che SITE sia riuscito a recuperare la sua efficacia nel tracciare i movimenti online dei jihadisti. Non è facile trovare molte informazioni su SITE.

    Wallace-Wells ha raccontato sul New Yorker la sua prima visita alla sede di SITE, al settimo piano di un vecchio edificio in un posto non meglio identificato. Si sente digitare sulla tastiera del computer che i due utilizzano per la visione del video sulla decapitazione di Berg.

    Si sentono le grida disperate di Berg. Sgozzalo bene, staccagli la testa.

    Staccagli la testa. Tutti ci auguriamo che anche i loro genitori facciano questa fine. Cane,tutti, tutti.

    I servizi segreti americani e inglesi stanno confrontando la voce del jihadista londinese con il database di voci registrate che hanno a disposizione: dalle intercettazioni fatte in Iraq ai video degli interrogatori nella prigione di massima sicurezza di Guantanamo. Da un anno e mezzo lo Stato islamico dispone di un battaglione di almeno cinquecento combattenti formato da volontari arrivati dalla Gran Bretagna le unità tendono a essere raggruppate per lingua per facilitare le comunicazioni: i francesi con i francesi, i turchi con i turchi, i ceceni con i ceceni.

    Il Califfato è consapevole di stare cedendo informazioni in pubblico, ma le controlla. Due giorni fa funzionari del dipartimento di stato e della Difesa hanno contattato i social network e hanno invece chiesto di bloccare la circolazione del video dello Stato islamico, in osservanza del codice di autoregolamentazione dei loro servizi.

    Sembra una questione marginale, non lo è. Aveva dimenticato il telefono in un internet cafè a Binnish, una città nella provincia di Idlib, era tornato indietro a recuperarlo assieme a un altro giornalista occidentale, erano stati lasciati a piedi dal loro tassista.


    Nuovi post