Chrisadamo

Chrisadamo

SCONTRINI FARMACIA DA SCARICARE

Posted on Author Shaktikazahn Posted in Musica


    I prodotti fitoterapici sono detraibili solamente se sono stati riconosciuti dall'AIFA come farmaci e quindi indicati come tali sullo scontrino. Sono sempre esclusi dal​. Farmaci e parafarmaci cos'è e come funziona la detrazione 19% dei farmaci da banco che i contribuenti possono scaricare dalla dichiarazione dei redditi tramite Vi ricordiamo che dal 1° gennaio è scattato l'obbligo di tracciabilità di Spese farmaci e parafarmaci lo scontrino parlante. 4) Detraibilità spese mediche documenti da conservare Danno diritto alla detrazione le spese indicate nello scontrino con le seguenti diciture: elevato, avendo una prescrizione medica posso scaricare la spesa? unicamente dalle fatture, dalle ricevute fiscali e dagli scontrini “parlanti”. Il medica che si acquistano on line da farmacie o esercizi commerciali autorizzati alla.

    Nome: scontrini farmacia da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi:MacOS iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 63.20 MB

    Acquisto alimenti a fini medici speciali Scontrini parlanti e detrazione nel normativa TUIR Gli articoli 10, comma 1, lett. Lo scontrino fiscale che contiene in maniera specifica la natura, la qualità e la quantità dei beni acquistati anche attraverso appositi codici e soprattutto che contiene il codice fiscale del destinatario è appunto lo scontrino parlante.

    La circolare dell'Agenzia delle Entrate n. Va detto che ovviamente il contribuente troverà gli scontrini parlanti relativi all'anno d'imposta oggetto del precompilato.

    Per intenderci, nel precompilato verranno visualizzate le spese sanitarie detraibili sostenute e documentate da scontrini parlanti relativi all'anno d'imposta , ossia l'anno precedente.

    Per l'indicazione della natura del prodotto, è sufficiente l'indicazione generica nello scontrino fiscale della parola "farmaco" o "medicinale", anche in forma di sigle e terminologie chiaramente riferibili ai farmaci per esempio, "OTC", "SOP", "Omeopatico" e abbreviazioni come "med" e "f.

    Anche la parola "Ticket " è idonea a indicare sia la natura sia la quantità del farmaco. Per i medicinali omeopatici che non hanno il codice AIC, la qualità è indicata da un codice identificartivo attribuito da organismi privati e valido sull'intero territorio nazionale.

    Per i medicinali galenici preparati in farmacia è necessario che la spesa risulti certificata da documenti contenenti l'indicazione della natura, qualità in questo caso preparazione galenica , quantità e codice fiscale del destinatario. Per questi prodotti, la farmacia, se ha difficoltà ad emettere scontrini fiscali parlanti, deve certificare la spesa con la fattura.

    Medicinali acquistati all'estero Per le spese sostenute all'estero è necessaria una documentazione dalla quale sia possibile ricavare le stesse indicazioni degli acquisti effettuati in Italia. In particolare, se il farmacista estero ha rilasciato un documento di spesa da cui non risultano le indicazioni richieste, si potrà: riportare a mano sullo stesso documento il codice fiscale del destinatario chiedere alla farmacia apposita documentazione dalla quale si evinca la natura "farmaco" o "medicinale", la qualità nome del farmaco e la quantità.

    Per i medicinali senza prescrizione, è necessaria un'autocertificazione che ne attesti la necessità; visite mediche di medici generici, specialisti e omeopati; assistenza di infermieri e fisioterapisti paramedici ; esami di laboratorio e cure prescritte da un medico; protesi dentarie, oculistiche, fonetiche prescritte dal medico; noleggio o acquisto di attrezzature sanitarie macchine per aerosol, misuratori di pressione, ecc ; cure termali prescritte da uno specialista; cure mediche e medicine per una persona anziana ricoverata in un Istituto.

    Le spese devono essere documentate separatamente e accompagnate dallo scontrino fiscale. Non sono detraibili la retta di ricovero e l'assistenza ordinaria; spese sanitarie fatte da un familiare, non fiscalmente a carico, che soffra di una tra quelle malattie che danno diritto all'esenzione dalle spese sanitarie.

    Quali prodotti non sono detraibili? Lo stesso per l'acquisto dei dispositivi medici anche al di fuori delle farmacie, presso i negozi di articoli sanitari, o dagli ottici.

    L'elenco dei dispositivi è lungo e comprende, ad esempio, prodotti da medicazione, apparecchi per la pressione, areosol, termometri, ma anche materassi antidecubito, occhiali e lenti a contatto, bilance per i neonati, pomate e colliri. I contanti per questi prodotti sono ancora ammessi senza alcun rischio per le detrazioni, a patto che sia specificato sullo scontrino parlante o sulla fattura che si tratta, appunto, di dispositivi medici.

    Ticket e strutture accreditate Per quel che riguarda invece le prestazioni sanitarie, è possibile continuare a pagare in contanti solo i ticket, sia nel caso in cui ci si rivolge alle strutture che fanno capo alle Asl, sia quando ci si reca presso ambulatori, cliniche o medici accreditati o convenzionati. Di fatto, quindi, con la ricetta del medico si paga solo il ticket, e si possono usare sempre in contanti. Quando invece si decide di fare a meno della prescrizione, o ci si rivolge ad un medico o a una struttura non accreditata, si paga la prestazione per intero, e quindi non è più possibile pagare in contanti se si vuol detrarre la fattura medica.

    Hai letto questo?SCARICA ATTESTATO SOFIA

    Nuovi post