Chrisadamo

Chrisadamo

LANCIA THESIS BATTERIA SCARICARE

Posted on Author Samur Posted in Rete


    Contents
  1. SCARICA LANCIA THESIS BATTERIA
  2. Batteria si scarica continuamente
  3. Lancia Ypsilon (843 2003>2011) Scheda 14536
  4. Ultimi Articoli

Se non è il NIT a scaricare la batteria devi verificare su quale cablaggio avviene Moderatore sezioni Thesis, Thesis mercatino, Thesis gallery. Io possiedo una Lancia Thesis Emblema del - cambio manuale con impianto GPL. Devo e voglio essere sincero, non mi ha mai dato. VideoGuide su - Come Aprire Una Lancia Thesis Con Batteria Scarica con descrizione passo passo delle varie fasi. VideoGuide su - Lancia Thesis Problema Scarica La Batteria con descrizione passo passo delle varie fasi.

Nome: lancia thesis batteria
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 52.53 Megabytes

By Stefano73 , September 27, in Lancia. Tornato dalle ferie vedo con piacere che nel esteso e ricco parco auto di un noto grande venditore di zona di…. Ebbene un mio amico ha detto di essersi recato la scorsa settimana da questo venditore e subito gli ho chiesto se aveva visto la thesis che si è comprato….. Questo fatto è realmente accaduto e nel suo piccolo ha irrimediabilmente compromesso thesis in zona…poi altre leggende metropolitane che circolano soprattutto a torino su thesis non si sa quanto siano vere, piuttosto thesis è ormai assunta con stilo ad essere la duna dei nostri tempi…quanto ad auto barzelletta..

Nulla di nuovo purtroppo

By Waterland Started November 1, By The Summarizer Started August 21, Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze.

Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.

SCARICA LANCIA THESIS BATTERIA

Lancia Autopareri news. Recommended Posts. Posted September 27, Lunga vita alla thesis…o meglio alla limousine a passo corto come la chiamo io …o forse meglio alla caricatura della dialogos..

Share this post Link to post Share on other sites. Cioè metti la batteria per aprire il cofano elettricvo dentro il cofano Join the conversation You can post now and register later. Reply to this topic Insert image from URL.

Go To Topic Listing. Video aviazione militare. Alfa Romeo: filosofia di progetto come deve essere un'Alfa vera. Toyota Yaris Ferrari SF90 Stradale Boeing e MAX. Volvo XC40 Recharge P8 Mazda e-TPV Notizie. Hyundai i30 Facelift Spy. Aston Martin Vantage Roadster Fiat Tipo 1. Lexus LC Convertible Spy. F Spy. Genesi, Design Story, fiat Punto Alfa Romeo Giulia e Stelvio M. Formula 1 [Spy]. Tutto sull'aviazione civile. Salve a tutti. Vorrei chedervi qualche con si glio su un difetto che mi capita su una classe a del Questa macchina dopo essere stata ferma un paio di giorni scarica completamente la batteria.

La batteria e' stata messa nuova ma il problema si ripropone. Controllo l'assorbimento ma dopo qualche minuto si stabilizza a 30 milliamper.

Batteria si scarica continuamente

Il cliente mi ha pero' riferito che una volta ha trovato l'autoradio accesa pur avendo la qua si certezza di averla lasciatra spenta. Che ne pensate? Ho un problema con questa Scenic. Leggendo altri post ho sostituito l'interruttore ma il problema è rimasto. Non credo si a normale,avete esperienze o con si gli? Un mio cliente ha pensato bene di sostituir si la batteria e per di più mettendone una normale anzichè a Gel Morale che adesso quando accendo con la chiave si illumina solamente la spia Airbag e viene visualizzata la vettura sul ponte.

Ho provato a fare tramite diagnostico il reset batteria Quando vado ad scegliere i parametri si impalla, schermo blu. Volevo chiedere ai fortunati posessori di questa meraviglia della tecnologia, se anche a loro crea problemi o se sono l'unico.

Grazie Ho inserito l'immagine dello strumento. Salve rivolgo un problema piuttosto strano per il quale spero mi giunga un aiuto. Ho messo una batteria nuova, ma sempre uguale. Ho staccato i connettori alla serratura della porta di guida e alzacristalli, perchè si sentiva uno strano rumorino si mile a quello dei motorini delle serrature e alzavetri, ma senza successo.

Su questa vettura gia da nuova ha il problema se rimane 2 o 3 giorni ferma a volte la batteria è scarica neanche dopo 2 batterie cambiate in garanzia e una mia si è risolto il problema erano qualche mese che non succedeva ma oggi è tornato nonriesco a vedere assorbimenti e pare che si a piu nel periodo invernale mi è venuto un dubbio non ci sara qualche riscaldatore supplementare da qualche parte? Auto con seri problemi in avviamento a freddo!

Salve e' capitato a nessuno di avere una panda 4x4 modello con centralina motore iaw 5NF che non ne vuole sapere di entrare in moto? Segnale giri ok segnale s. La vettura del titolo si è spenta in marcia, andato a verificare è ripartita per spegner si poco dopo. Controllato lle memorie difetti e ce ne sono parecchi, i più plau si bili per il problema sono il P "valvola regolazione carburante" ed il P "Sensore temperatura carburante".

Altra vettura altro que si to. La vettura a freddo parte malis si mo borbotta a volte scoppietta, non prende il gas bene Auto con doppia alimentazione km sulle spalle Questa car è rimasta in panne oenso batteria scarica l'hanno messa in moto con cavi ed è andata in moto il giorno dopo è partita normale.

Il clienta lamenta che da piu' di un mese non riesce a spegnere i fari po si zione e anabbaglianti appena giri il quadro si accendono in diagno si body "linea can" si cancella ma appena giro il quadro ricompare Ha anche avuto problemi ogni tanto di code "spia accesa Air bag ogni tanto avaria In air bag 3 erriri ,ecu,alimentazione ecu ,linea can in mem. Questa vettura su strada si spegne,in diagno si nessun errore, il problema alla fine in parole povere e come se si spegnesse il quadro, in effetti l'illuminazione del quadro si spegne e poi si accende da solo Ho aggiunto il dato mancante nel titolo.

El mecanic. Praticamente non parte nemmeno il mot. Salve a tutti ragazzi ho un problema con questa saab 9. Il mio problema è l'avviamento. La macchina ha Su questa macchina abbiamo anke cambiato l'alternatore meno di un anno fa in quanto si accendeva propio la spia della batteria.

Questa vettura si a al mattino che dopo una sosta di un'oretta, parte normalmente. Se la si spegne quando è in temperatura e si tenda di farla ripartire subito, non si avvia, come se la batteria fosse scarica.

In questo caso, collegando una batteria esterna si a avvia senza problemi. Qualcuno ha ca si stica? Altra cosa: c'è da tribolare molto per smontare il motorino d'avviamento?

Buongiorno a tutti. Ho un problema con questa panda. Ho provato a fare allineamento proxi ma senza risultato anche se mi dice che tutte le centraline sono configurate. Ciao a tutti,anche se nuovo vi devo chiedere aiuto,sono un autoriparatore,ho in carrozzeria una Classe A che ha un assorbimento molto strano,dato che ho gia provato di tutto ma nn riesco a capirè cosa puo essere che mi butta a terra la batteria. Ho messo in linea la vettura con un amperometro per capire dove ho l'assorbimento ma nulla,provo su tutti i fuse e mi da mA di assorbimento corretto sulle vetture oggigiorno logicamente intervenivo in questo modo co si da capire su cosa orientarmi di [CONTINUA Vettura incidentata.

La cosa strana è che se cancello errore ,ai succes si vi avviamenti è tutto regolare. Ma se la lascio qualche ora spenta ,alla messa in moto si ripresenta l'errore.

Non trovo riscontri con questo errore. Ciao ragazzi, su questa bmw trovo un assorbimento a riposo sul negativo della batteria che nn scende mai sotto i 5A con punte anche di 12A poiché si avverte partire la pompa gasolio in maniera ciclica. Salve , la vettura in oggetto presenta i seguenti inconvenienti avvenuti tutti nello stesso istante: Non apre e non chiude le centralizzate sul quadro segnala sportello ant sx aperto Alzavetri anteriori dx e sx non funzionano posteriori si Frecce non funzionano Luci accesse in automatico su "lunghe" con impos si bilita di spegnere o cambiare Non riesco ad entrare in diagno si sui sportelli anteriori e sul devio luci Nelle altre centraline non ho errori Verificati fu si bili batti calcagno lato [CONTINUA Aveva la batteria scarica e dopo averla ricaricata è partita al primo colpo ma quando si è scaldata non è più partita.

Salve, ho un problema con questa opel corsa. Giorni fa il mio cliente si lamentava della scarsa resa del motore, dopo averlo avviato non aveva nemmeno la forza per spostare la macchina in piano, sono andato a vedere e chiaramente trovo la batteria scarica , collego i cavi e avvio il motore ma non parte.

Controllo la pompa della benzina e funziona, faccio una diagno si ma non trovo nessun codice guasto Ho in officina una classe e del che scarica la batteria di continuo già sostituita con una Nuova ma niente batteria supplementare già cambiata e tutti o si stemi funzionano regolarmnte su questo auto hanno già cambiato la centralina multifunzione. La prima volta circa due me si fa gli e' stata sostituita la batt.

Io carico batteria ed effettivamente e' buona non ci sono assorbimenti vari,ma quando provo la carica alternatore mi accorgo che e' praticamente assente. Buon giorno , ho una c3 picasso arrivata sul carro attrezzi , non partiva errori in memoria p miscela troppo ricca p errore si stema sollevamento valvole parte alimentata rele del motore intermittente p errore si stema sollevamento valvole parte alimentata rele del motore po si zione limp home non raggiunta permanente p punto di re si stenza del pedale acceleratore circuito aperto intermittente Candele nuove Olio nuovo Batteria nuova Cambiati sensori cam scarico e aspirazione [CONTINUA Nuovo cliente, gli hanno sostituito la batteria 10 giorni fa, sono andato a recuperarlo ieri sera.

Batteria a zero, fatto avviamento con booster e portata in officina. Buongiorno colleghi. Ho una che non parte e in diagno si non dà nessun codice errore, nè in diagno si alfa ne in eobd. Ciao a tutti questa vettura quando la parcheggi e togli la chiave parte la ventola di raffreddamento fino a mettere a terra la batteria , ma non sempre lo fa ,in diagno si dava sensore temperatura acqua lo cambiato e durato due settimane perfetta ora mi telefona il cliente dicendomi che ha la ventola che gira al max.

Ne ho recuperato uno nuovo , ma il problema rimane. Provando la macchina su strada , fa un rumore di rotolamento che non so come descrivere! Buongiorno la suddetta vettura convive ormai da diver si me si con l accen si one saltuaria della spia mil memorizzando l errore P segnale sonda lambda 2 miscela grassa , km all attivo, monitorando su strada vedo che entrambe le sonde lavorano correttamente e difatti a me non ha mai memorizzato l errore.

La vettura è sempre andata bene e non si sono mai presentate mancanze di potenza. Ragazzi ho una grana! Vado a vedere il motivo e sento odore di bruciato in vettura, morale della favola si è gramato una parte della centralina Non so cosa possa essere successo, ho ricontrollato tutte le connes si oni e sono a posto, e comunque la macchina ha girato al minimo attaccando div [CONTINUA Buongiorno, vorrei risolvere un que si to sulla sostituzione della batteria su questa autovettura.

Appena ho avviato con batteria nuova rimangono accese la spia avaria servosterzo e avaria 4X4 più l'orologio, che ho riprogrammato subito. Quindi ho eseguito la procedura sostituzione batteria con il KTS , ma non si è risolto il problema delle spie.

Alla vettura del titolo ogni 3 anni capita che il cliente la spegne normalmente e alla ripartenza succes si va la batteria risulti interrotta, con rumorini dal cruscotto e dal motore motorinii vari non sufficiantemente alimentati ed alla quale sostituisco la batteria con una di marca e valori corretti.

Ho provato anche ad installare una batteria della serie più bella, quindi con uno spunto migliore, ma dopo 3 anni si amo nella stessa si tuazione. Per i moderatori se non va bene la sezione o come fatto post modificatelo Voi Che strumento e che procedura usate per vedere se un nodo durante la sosta della vettura si risveglia da solo. So di certo che Examiner ha questa funzione. Scenic 2 non parte , con quadro aperto la ventola radiatore va a mas si ma velocita partano anche i tergicristalli.

Ho controllato le masse tutte anche quelle dietro al filtro aria, controllati e sostituiti i fu si bili sopra la batteria , blocastero controllato. Motorino avviamento va. Mi è stata portata questa auto il cliente lamenta che hanno gia cambiato 3 batterie ma dopo qualche tempo la macchina non perte batteria scarica se la ricarica tiene un paio di settimane e poi se la lascia 2 o 3 giorni ferma lo stesso problema.

Ho provato la batteria e da A non è il mas si mo Ho trovato un assorbimenti di 0. A questo punto i 0. Salve ragazzi ho questo cliente che a volte si accende la luce arancione della batteria nel quadro centrale e succes si vamente la macchina sul ponte. Io ho controllato l'alternatore ed è tutto ok, la mia domanda è la spia è riferita alla batteria al cofano o ha anche batterie au si liari.

Comunque se è la batteria porta questa si gla varta 61 21 da 80 ah AGM io se devo sostituirla la sostituisco con una originale per non avere problemi se qualcuno mi illustra anche la proceura di smontaggio [CONTINUA Quest' auto in una settimana scarica la batteria , misurando l' assorbimento è di 0,10A il che è troppo elevato.. Cliente esce da supermercato, apre vettura con telecomando, ma non parte.

Errore P - bloccaggio motore, codice non plau si bile. Ci sono problemi noti su questa vettura? Salve a tutti, la macchina in questione, presente un avviamento lungo come se avvesse la batteria scarsa.

Ora fatti i primi controlli quali: ten si one batteria a riposo 12,20 v in avviamento scende a 8v ma comunque una volta in moto la ten si one arriva di poco ai 13v accelerando, quindi sarebbe da inputare l'alternatore che carica poco e fa scarica re la batt.

Su questa vettura, in marcia, il pedale del freno diventa duro. Anche in avviamento, se tengo il piede sul freno, si sente il pedale che viene "tirato". Ho controllato la tenuta dell'impianto in depres si one e non ci sono perdite. La depres si one sulla pompa vuoto va a -0,8 bar, per poi risalire appena spenta è normale?

Colleghi buongiorno mi è errivata con il soccorso questa mattina un punto come da descrizione. La cliente quando ha avviato la macchina questa mattina ha sentito girare male il motore ed è uscito fumo dal lato motore in diagno si ho trovato il P Mancate accen si oni cilindro 1. Cavi controllati candele originali P4 anche perchè ogni tanto la macchina gira a 4 regolare Salve a tutti, come da titolo mi è entrata in off. Buongiorno a tutti , è entrata questa auto che lamenta partenze a freddo difficoltose come errore c'è solo p,segnale giri non plau si bile.

Ho già acquistato il sensore di giri , che tra l'altro è un vero cinema da cambiare Grazie anticipatamente della collaborazione e buona giornata.

Caricata la batteria mi sono trovato la spia dsc accesa.

Errore : 5E40 segnale can:modulo volante non plau si bile. Un saluto a tutti Il problema si presenta solo con le 4 frecce,non ha assorbimenti anomali,difatti non ha altri problemi, si a mattina che sera,anche lasciandola ferma per un giorno! Nella macchina del titolo si scarica la batteria in 2 giorni di fermo macchina.

La macchina mi arriva da un collega che ha già provveduto a sostituire la vecchia batteria con un'ottima Ah, batteria ricaricata e controllata, come ho controllato la ricarica dell'alternatore che risulta OK, ed anche gli assorbimenti di corrente mi risultavano in ordine.

Stassera ho usato l'auto e rientrato in officina con il buio ho notato che l'indicatore della leva del cambio rimane illuminato anche con quadr [CONTINUA Ciao ragazzi,visto e con si derato che sempre più spesso accade questo problema assorbimento batteria ,sarei propenso all'acquisto dell'attrezzo.

Io di solito quando ho questi problema mi rivolgo ad un caro collega elettrauto ,solo che ora voglio adeguarmi e cominciare a risolvere io questi problemi. Vorrei un vostro con si glio su quale strumento comprare e come controllare con certezza l'assorbimento!

Lancia Ypsilon (843 2003>2011) Scheda 14536

Ringrazio tutti in anticipo! Qualcuno sa darmi una dritta grazie mille. Ciao a tutti, Un cliente mi ha contattato stasera dicendo ke ha staccato la batt alla car per 4 gg e quando è tornato la car nn gli và più in moto.

Secondo me ci vorrà l'allineamento dell'immobilizer con la centr motore, io ho l'axone direct ha questa funzione??? Qualcuno di voi ha mai avuto un caso si mile? Avete qualche altra idea?

Grazie per la collaborazione. La macchina in questione ha il vizio di scarica re la batteria perchè rimangono gli stop acce si oppure le luci di pi si zione sempre posteriori il cliente parcheggia la macchina e il giorno dopo rimane a piedi.

Il difetto si presenta ogni tanto ora per esempio funziona tutto bene ho pensato di fare diagno si in scheda di commutazione e non ci sono guasti poi ho controllato le matasse dei fili che stanno dietro il portellone e sono tutti buoni ora volevo controllare se vicino la centralina si era form [CONTINUA Abbiamo notato che la spia mil non si accende, è stato controllato che a l'ellettro stop non arriva corrente.

Buon giorno colleghi ho un problema con una VW Passat cc kw mot BMR, quando resta ferma per un giorno si avvia con molta difficoltà, ho già controllato se c'è un aspirazione di aria nel tubo di mandata del gasolio bassa pres si one , niente tutto in regola, ho sostituito il sensore temperatura acqua perchè mi sembrava non coerente, niente, la bassa pres si one del gasolio è di 0,8 bar.

La mia impres si one durante l'avviamento è che si a scarica di gasolio. Cari colleghi, questa vettura proviene da una carrozzeria, a detta del cliente si e' fermata in corsa e non e' piu' ripartita. Il motore ha Quando e' entrata da me in officina aveva la batteria molto scarica e in diagno si presentava moltis si mi dtc. Ho cancellato tutti i codici guasto in tutte le centraline e cambiato la batteria , ma adesso in avviamento non si ripresenta piu' alcun codice guasto.

Buona sera a tutti , ho questa auto che a volte scarica batteria. Ho collegato pinza amperometrica ma le correnti sono sotto i 30 milliA. Volevo capire se qualcuno era a conoscenza di una diffetto si tà particolare a questo riguardo per questo modello. Quando la trovi scarica basta una notte per portarla a zero. Buonasera, parlo dello stesso Qubo in cura a cui ho sostituito gli iniettori.

In body ho trovato u relativo a nodo convergence e odometro lampeggiante, ho fatto allineamento proxy e l'odometro ha smesso di lampeggiare, con e si to dell'allineamento po si tivo ma a quanto pare il nodo convergence non e si ste o non è cercato sulla rete.

Non so se è il caldo ma ho qualche problema sul come procedere con questo difetto su quest'auto.. Spia accesa code e motore e l'auto naturalmente non parte. In diagno si è presente l'errore "chiave codificata in avaria" e pare sta ancora cercando.. Al momento ho provato con l'altra chiave che ha ma non parte ugualmente e l'antenna ha la giusta re si stenza.

Cosa con si gliate Mi sto scervellando con una ATOS del !! Arrivata in officina , nessun guasto in memoria, ma non da corrente alle candele.. Il cliente l'ha rimessa in moto qua si subito. Ho provato questa mattina a non accendere la radio ma si è presentato lo stesso. La prima volta mi è successo quest'estate in autostrada! Ho cambiato la batteria.. Buongiorno colleghi! Giusto per gradire mi è arrivata questa mattina la vettura in oggetto. Quadro strumenti non si illumina lampeggia solo il led rosso dell antifurto , blocca sterzo non si disattiva, la chiave entra nell' alloggio, se schiaccio il pulsante start si accende solo il display del navigatore e la radio.

Uniche prove effettuate, sostituzione batteria , controllo fu si bili Salve,questa macchina e' ferma da qualche mese,ma gia' da prima ogni tanto non partiva. In diagno si gestione motore non entra,mentre su immobilizer,abs,servosterzo,mi da' codice U nessuna comunicazione can con centralina motore. La centralina gestione motore lo smontata per vedere se si vedeva qualche pin os si dato,ma sono tutti puliti. Che sara'? La macchina e' stata spenta che andava bene. Come da titolo ho questa car in officina e chiedo con si gli e se a qualcuno è già capitato Ho un cliente con la macchina del titolo che ha il motore rumoro si s si mo, catena di distribuzione da sostituire in si eme a chissa cos'altro, e mi chiede un preventivo per il lavoro.

Ho controllato la batteria che non e' tanto vecchia meno di un anno , e' scarica , ma messa sotto carica sta riprendendo si. Ho un problema con questa Audi che fa fatica a partire da calda, fa come se ci fosse la batteria scarica , ma batteria nuova 2 volte, alternatore carica e sostituito puleggia, controllato masse motore e sono ok, ho provato a mettere una massa aggiuntiva dalla batteria al motorino avviamento senza e si ti.

Potrei pensare al motorino avviamento ma di solito lo farebbe anche da fredda. Qualche idea? Mai successo Stamattina mi e' sorto un problema con una punto evo 1.

Il cliente ha trovato la macchina con la batteria completamente morta, si amo andati a sostituire la batteria , ma ora non accende completamente il comando di commutazione a gpl e non passa a gas. Ho fatto diverse prove ma non ne vengo a capo. Qualcuno ha avuto esperienze in merito? Dopo sosta si è rimessa ad andare bene ma spia accesa.

Ora in diagno si ha C Circuito candeletta cil 1 sempre att. Regolazione ric. Questa macchina ha fatto un'incidente. E' stata riparata in carrozzeria,pero' adesso da questo difetto. La macchina va' bene,ma lampeggia la spia avaria e non si cancella. Ciao a tutti come vedete dal titolo a questa vettura esce fissa questa scritta,le pile dei telecomandi sono nuove ma il messaggio rimane.

In diagno si non si vede niente sapete darmi qualche con si glio? Questa macchina resta con la battria scarica una volta ogni tanto. Oggi finalmente ho trovato un'assobimento anomalo sul fu si bile 39 che protegge le plafoniere interne e l'autoradio. Tolto il fu si bile l'assorbimento è sparito e una volta rimesso, come pras si , non riesco piu a causare il difetto. Ora non posso distinguere se il problema è l'autoradio o le plafoniere ant e centrale.

Qualcuno ha delle informazioni a riguardo? Qust'auto era ferma da un mese, la macchina non partiva per la batteria scarica. Ho collegato i cavi nel vano motore ma non parte, ho sostituito la batteria nel baule ma non parte. Ed adesso che c'è? Manco a collegare i cavi son buono? La macchina ha 2 batterie, di cui una sotto il sedile di guida semplice quando lo sai : quest'ultima serve per l'avviamento, l'elettronica del motore, del cambio, la chiusura centralizzata, il comando chiave avviamento e chissa cos'altro.

Ho in officina la macchina del titolo. Qualche giorno fà sono andato a farla ripartire perchè aveva la batteria scarica , e l'ho ricaricata. Salve ragazzi ho il clima che non si avvia in diagno si particolari errori specifici non ci sono, allora le prove fatte sono con diagno si : attivazione compressore direttamente ok, pulsante acc.

Vi racconto questa storia, il difetto è stato risolto ma in parte perchè alla fine la macchina mi è partita ma volevo confrontarmi con voi proprio per essere con si gliato su eventuali lavori da fare succes si vamente su questa car. Vi racconto, oggi ricevo una chiamata da un mio amico, che mi dice " un mio amico ha una x5 che non parte dicono che è il viasat tu la puoi vedere??

Buongiorno a tutti la vettura in 4 giorni scarica completamente la batteria. A tutto spento e macchina chiusa ho un assorbimento di 8v. Staccando il fu si bile n 7 della scatola fu si bili interna l'assobbimento sparisce , il fu si bile comanda : modulo comando carrozzeria-immobilizzatore-climatizzazione automatica sdoppiata. Si tratta, dunque, di un'evoluzione degli schemi a quadrilatero già noti.

In questo caso, infatti, l'asse di sterzata della ruota viene "proiettato" in prossimità del centro ruota, oltre il limite fisico costituito dalle testine di collegamento dei bracci della sospensione al gruppo ruota. Da qui la definizione di "asse di sterzo virtuale", novità assoluta proposta per la prima volta proprio dall'ammiraglia Lancia. All'automobilista, la sospensione anteriore di Lancia Thesis garantisce vantaggi importanti come: la maggiore aderenza possibile dei pneumatici in ogni condizione; la massima tenuta in curva, qualunque siano le condizioni di carico; un deciso miglioramento della motricità trazione anche nelle situazioni più difficili; precisione e sensibilità dello sterzo anche quando si percorrono curve strette e tornanti; progressività dello sforzo al volante, che aumenta uniformemente fino al limite di aderenza; effetto "anti-dive" per contenere l'affondamento del muso della vettura in frenata; assenza di reazioni al volante anche quando, in accelerazione, una delle due ruote dovesse perdere aderenza; naturale ritorno del volante in uscita dalla curva, con grande capacità di riallineamento.

Passiamo adesso alle sospensioni posteriori, che utilizzano uno schema a bracci multipli particolarmente sofisticato e studiato per assicurare: una grande maneggevolezza, un comfort elevato, un'impeccabile tenuta di strada in ogni condizione di guida e in particolare nelle curve percorse ad alta velocità. Per ogni componente di questa sospensione è stato ricercato il miglior compromesso tra leggerezza, ingombro e resistenza alle sollecitazioni.

La struttura fondamentale comprende: un braccio inferiore e uno superiore in lega di alluminio, un montante in ghisa e la traversa in acciaio. La traversa è unita alla scocca e al braccio inferiore da boccole elastiche, studiate in modo da garantire un comportamento stabile e confortevole dell'asse posteriore. Una biella verticale collega il braccio inferiore al montante, l'elemento portante della ruota. Attraverso quest'ultimo, infatti, passano tutte le forze che agiscono sulla sospensione.

Due aste di controllo ne guidano, rispettivamente, il movimento di campanatura e quello di convergenza. Ad esso sono collegati direttamente barra stabilizzatrice e ammortizzatore, in modo da avere un rapporto diretto con il movimento della ruota.

L'innovazione è costituita da una biella verticale che svolge la funzione di articolazione interna fra montante e braccio oscillante superiore. Tra i vantaggi del dispositivo, la capacità di assorbire bene le asperità stradali, grazie all'arretramento della ruota nel superamento degli ostacoli.

Tra le principali doti della sospensione posteriore di Lancia Thesis ci sono la capacità di sfruttare, in fase di sterzata, i carichi che tendono a provocarne l'inclinazione trasversale e quella di ottimizzare, sempre in curva, l'angolo d'inclinazione "camber" delle ruote posteriori rispetto al terreno.

A metà percorso, poi, l'aumentata forza centrifuga annulla la sterzata in controfase delle ruote posteriori, mentre la stessa forza laterale esercitata sui pneumatici induce una mini sterzata nella stessa direzione delle ruote anteriori.

Realizzato dalla Mannesmann-Sachs, è costituito da 6 sensori che determinano la velocità relativa tra la scocca e le ruote, in modo da scegliere la forza smorzante ottimale che ogni singolo ammortizzatore deve fornire. Grazie, quindi, alla rilevazione istantanea dei sensori e alla regolazione degli ammortizzatori stessi sia in compressione sia in estensione, il sistema garantisce in ogni istante la capacità di frenare il moto verticale della vettura, proprio come se la scocca fosse "agganciata al cielo".

Skyhook rappresenta un vero e proprio salto in avanti nella taratura degli ammortizzatori, perché consente ai progettisti di non dover più cercare un compromesso tra stabilità, sicurezza e comfort. Supera, inoltre, di gran lunga anche gli attuali sistemi a controllo discreto di smorzamento, che offrono un ventaglio ristretto di regolazioni. Il sistema proposto da Lancia Thesis, infatti, prevede che le valvole degli ammortizzatori siano pilotate da una centralina elettronica capace di valutare fattori come il carico, le condizioni della strada, il moto del veicolo e le reazioni del guidatore.

Di serie sulle versioni Emblema Comfortronic e a richiesta sulle altre, infatti, per Lancia Thesis è disponibile un'idroguida ad asservimento variabile "Variosteer" della più recente generazione. Un sistema che rende confortevole ogni manovra, anche nelle sterzate di parcheggio con il minimo carico al volante e garantisce, contemporaneamente, la massima precisione di guida alle più alte velocità, adeguando lo sforzo del guidatore in maniera progressiva.

Per questo Lancia Thesis propone di serie gli innovativi fari bi-Xenon che, come dice il prefisso posto davanti al nome del gas, generano luce abbagliante e anabbagliante con una sola lampada allo Xenon. Realizzati in collaborazione con la Hella - azienda leader in Europa - questi dispositivi offrono una migliore qualità della luce e un'eccellente resa in tutte le condizioni atmosferiche.

Nella lampada a scarica di gas il filamento dei proiettori tradizionali è sostituito da due elettrodi distanti pochi millimetri l'uno dall'altro che generano una scarica elettrovoltaica in un ambiente saturo di gas Xenon a bassa pressione.

La complessità tecnica di questi fari richiede la presenza di due centraline elettroniche separate: una per il controllo generale della funzione e l'altra per quello della tensione di alimentazione. La luce prodotta viene proiettata sulla strada attraverso una lente di vetro, la cui superficie sferica misura 70 millimetri di diametro.

Tocca, poi, a una mostrina mobile ripartire la luce differenziandola tra anabbaglianti e abbaglianti: nel primo caso quest'ultima si alza, creando l'effetto chiaro-scuro proprio degli anabbaglianti. Quando, invece, si attivano gli abbaglianti, la mostrina si abbassa in frazioni di secondo e libera tutta la potenza luminosa del proiettore. I vantaggi rispetto ai normali proiettori con lampada alogena sono presto detti: l'intensità luminosa raddoppia da a lumen ; l'efficienza passa da 25 a 85 lumen per Watt e le ore di durata raddoppiano anch'esse da a I fari bi-Xenon, inoltre, consumano il 35 per cento di energia in meno rispetto a quelli alogeni e distribuiscono meglio il fascio di luce.

Di tonalità più prossima al bianco, assicurano, infine, una maggior visibilità, anche a parità d'illuminazione. Proprio a causa delle migliori prestazioni offerte dall'impianto luce più brillante e maggiore profondità , i fari bi-Xenon sono accoppiati ad un correttore automatico di assetto che svolge due funzioni. Da un lato, impedisce di abbagliare chi guida le vetture provenienti in senso inverso.

Il dispositivo, infatti, interviene automaticamente per compensare sia le variazioni statiche della vettura dovute al diverso carico sugli assi sia quelle dinamiche causate da accelerazioni e frenate. Per garantire questo risultato, alcuni sensori posti sulle sospensioni anteriori e posteriori "leggono" continuamente le escursioni della scocca e rilevano le condizioni di accelerazione o frenata, consentendo di prevedere il beccheggio e di anticipare il controllo dell'assetto.

I proiettori, infine, sono dotati di "lavafari" con ugelli telescopici integrati nel paraurti. Senza contare che i Led hanno una vita media di gran lunga superiore a quella della vettura. È chiaro, quindi, che il loro impiego libera il proprietario di Lancia Thesis dalla manutenzione dei fanali.

La soluzione, inoltre, presenta un altro vantaggio rispetto alle lampade ad incandescenza. L'accensione dei Led, infatti, avviene in minor tempo: 1 millesimo di secondo anziché Oltre che molto efficienti, i fanali posteriori di Lancia Thesis sono anche belli. Da spenti infatti, appaiono monocromatici, mentre accesi assumono i colori delle diverse funzioni che si devono direttamente all'emissione luminosa dei Led. Il loro aspetto cromato si deve alle rigature verticali della lente estetica e al bordo metallizzato del trasparente esterno.

Sono comandati da un sensore installato sul vetro anteriore e basato sul principio della rifrazione dei raggi infrarossi. Il dispositivo rileva le variazioni dell'intensità luminosa esterna e confrontandola con il valore impostato dal guidatore comanda l'accensione delle luci esterne. Per attivare i Fari Automatici basta portare la ghiera a sinistra del devioguida nella posizione "automatico".

In tal modo si abilita l'accensione contemporanea delle luci di posizione e degli anabbaglianti. Questi ultimi si spengono in modo automatico insieme con le altre luci comandate dal sensore: prima gli anabbaglianti, dopo dieci secondi quelle di posizione. Quando il sensore è attivato, il guidatore dispone solo del lampo luci e se vuole attivare gli abbaglianti fissi, deve ruotare la ghiera a sinistra del devioguida sulla posizione "luci anabbaglianti" e inserire gli abbaglianti.

Per questioni di sicurezza, inoltre, se il sensore non funziona, vengono accese le luci di posizione e gli anabbaglianti indipendentemente dalla luminosità esterna, mentre il quadro strumenti segnala l'avaria. In questo modo l'automobilista ha la possibilità di disattivare l'automatismo e di accendere manualmente le luci. I Fari Automatici, infine, non rilevano la presenza di nebbia, quindi spetta al guidatore accendere le luci nel caso di scarsa visibilità.

Per questo Lancia Thesis offre il sensore di pioggia, che permette di avere il parabrezza sempre pulito, anche con il brutto tempo. Applicato nella parte alta dell'abitacolo, dietro lo specchio retrovisore centrale, il dispositivo mette automaticamente in funzione il tergicristallo e regola la frequenza di battuta in relazione all'intensità della pioggia. Si attiva portando la leva destra del devioguida nella prima posizione intermittenza. Il suo funzionamento si basa sul principio della rifrazione dei raggi infrarossi attraverso il vetro e le gocce d'acqua.

La parte ottica del sensore lente invia al cristallo la luce infrarossa. Quest'ultimo la riflette e la rimanda al sensore. Poiché l'energia luminosa inviata al parabrezza è costante, il valore rilevato al momento della ricezione diminuisce in proporzione all'aumento della quantità d'acqua e di altre impurità presenti sul cristallo. La variazione del segnale viene elaborata dall'elettronica del sensore che attiva, quindi, un'adeguata frequenza di battuta. Poiché la superficie del vetro bagnata disturba l'occhio umano più di notte che di giorno, il sensore regola l'intervento del tergicristallo anche secondo la luce ambientale.

Inoltre riconosce le striature dell'acqua provocate dalle spazzole usurate e compensa gli effetti dovuti all'invecchiamento del parabrezza e dell'elettronica. In particolari situazioni, poi, adotta speciali cicli di battuta: per esempio quando sul cristallo ci sono singole gocce o in presenza di impurità sulla superficie depositi salini, sporco eccetera. Se si arresta il motore con il sistema inserito, quest'ultimo viene disattivato automaticamente.

Per segnalare l'avvenuta riattivazione, il sistema comanda l'esecuzione di una battuta del tergicristallo, anche se il vetro è asciutto. Dopo l'uso della pompa lavavetro, il sensore si attiva automaticamente, per il tempo necessario al recupero delle gocce che colano sul cristallo. I tergicristalli di Lancia Thesis, poi, sono guidati da un motore a controllo elettrico che determina sia la velocità e la posizione sia l'inversione del movimento.

I bracci delle spazzole, infine, sono "a scomparsa". Quando il tergicristallo non è in funzione, infatti, sono nascosti sotto il bordo del cofano motore, praticamente invisibili sia dall'interno della vettura sia dall'esterno. Da qui un'estetica più pulita, migliore visibilità e l'eliminazione dei fruscii aerodinamici ad alta velocità.

In più, il braccio del tergicristallo situato dalla parte del passeggero è estensibile. Ha, infatti, quattro articolazioni che lo spingono verso l'esterno e gli consentono di detergere anche quella zona laterale del parabrezza alla quale i tergicristalli tradizionali non arrivano.

Ecco allora venire in aiuto il sensore di parcheggio. Realizzato per Lancia Thesis, il sistema è composto da una centralina elettronica, che dispone d'interfaccia per la rete CAN; da otto sensori ultrasonici inseriti nei paraurti anteriore e posteriore due ai lati del paraurti stesso e due di fianco alla targa ; da un segnalatore acustico. Gli otto rilevatori coprono tutta l'area intorno alla vettura: sia le zone laterali posteriori e anteriori della vettura, a partire da una distanza inferiore a 60 centimetri, sia quelle mediane, a partire da una distanza inferiore a centimetri per le posteriori, e ad un metro per le anteriori.

Vediamone in dettaglio il funzionamento. Gli otto trasduttori ultrasonici agiscono come trasmettitori e ricevitori intelligenti di impulsi. Quando questi ultimi incontrano un ostacolo, vengono riflessi e ricevuti come un'eco dal sensore stesso.

A questo punto il segnale viene convertito in digitale e inviato alla centralina elettronica, che mette in funzione il segnalatore acustico. L'informazione, quindi, è trasmessa al guidatore con avvisi acustici cadenzati, che si fanno sempre più ravvicinati fino a diventare un segnale continuo quando l'automobile raggiunge una distanza di 25 centimetri dall'ostacolo.

Il cicalio sonoro s'interrompe quando i sensori laterali rivelano un ostacolo in avvicinamento per oltre tre secondi.

In caso di coda al semaforo o in autostrada, invece, si evita il suono continuo disattivando con un tasto i sensori anteriori. Quest'ultimo è un sistema di controllo che si prefigge di aiutare l'automobilista a gestire la velocità della vettura in rapporto alla distanza di sicurezza, raggiungendo contemporaneamente due obiettivi: migliorare il comfort e ottimizzare il flusso del traffico.

Il dispositivo, infatti, libera il pilota dalla fatica di adattare continuamente la velocità della vettura alle accelerazioni e ai rallentamenti di quelle che la precedono. Basta scegliere la velocità desiderata e la vettura provvede da sola a mantenerla, osservando anche la distanza di sicurezza dal veicolo che precede.

Per farlo, il Radar Cruise Control interviene sull'acceleratore e sul sistema frenante, in funzione dei dati che riceve da un sensore Radar di distanza. Con la prima il guidatore sceglie, in funzione della velocità, la distanza che vuole mantenere rispetto all'auto che lo precede. Tre silhouette di vettura con grandezze diverse indicano, anche intuitivamente, la distanza: una sagoma piccola per la posizione "lontano" Far , una più grande per quella Standard e una più grande ancora per la posizione più vicina all'auto che sta davanti Overtake.

La seconda ghiera, invece, serve per impostare la velocità preferita. Merito di un radar a microonde posto nella parte anteriore della vettura che rileva la presenza dei veicoli davanti a noi e di un sensore che ne valuta la distanza.

Proprio le informazioni necessarie al sistema elettronico del Radar Cruise Control per mantenere velocità e distanza giuste. Quando il Radar Cruise Control è inserito, sul display del quadro strumenti compaiono una serie di utili informazioni: la velocità impostata, la presenza di una vettura che precede e la distanza da questa.

Vediamo, adesso, come opera il Radar Cruise Control in una situazione reale. E se per un pericolo improvviso vogliamo escludere il sistema? Basterà toccare il pedale del freno e da quel momento la vettura risponderà solo ai comandi manuali, fino a quando non decideremo di avvalerci nuovamente del RCC richiamando la velocità impostata con il pulsante RESUME.

Va ricordato, infine, che il Radar Cruise Control è utile non solo sulle lunghe distanze, ma in qualunque situazione, compresi i percorsi urbani. È stato calcolato, infatti, che se il 20 per cento delle auto fosse dotato di questo dispositivo, si avrebbe una circolazione molto più snella anche sull'attuale rete viaria. Ecco allora l'accuratissima insonorizzazione della vettura. Ecco il climatizzatore automatico "multi-zona", completo della funzione di ricircolo automatico dell'aria, controllato da un sensore d'inquinamento.

E ancora: il tetto apribile con celle solari, l'innovativo dispositivo che, a vettura ferma e sotto il sole, assicura ugualmente freschezza all'interno dell'abitacolo. Lancia Thesis, infine, propone il riscaldatore supplementare programmabile che garantisce un abitacolo accogliente anche nei giorni più freddi.

Ultimi Articoli

Un discorso a parte meritano le tre guarnizioni lungo le porte. La prima è quella tradizionale posta intorno alla porta; la seconda è di tipo antifruscio su tutto il perimetro della stessa; mentre la terza si aggiunge all'intelaiatura della porta, creando con la precedente una vera e propria "camera d'aria" isolante.

Per fissarla, tra l'altro, è stato studiato un particolare processo di incollaggio. La stessa cura è stata riservata alle guarnizioni del parabrezza spessore 5 millimetri e del lunotto spessore 4 millimetri , tutte dotate di appositi canali di deflusso della pioggia sui lati, in modo da evitare l'imbrattamento dei vetri laterali e del lunotto stesso.

Senza dimenticare che all'impianto di riscaldamento e aerazione è affidato anche lo sbrinamento del parabrezza e dei vetri laterali. Ecco perché Lancia Thesis è dotata di un climatizzatore sofisticato che, attraverso una centralina elettronica, controlla automaticamente la temperatura, la portata dell'aria, la sua distribuzione, l'inserimento del compressore e il ricircolo. Si tratta, inoltre, di un climatizzatore "multi-zona", capace cioè di garantire contemporaneamente temperature e distribuzioni dell'aria diverse nelle varie parti dell'abitacolo: un microclima per il guidatore, uno per il passeggero e un altro ancora per chi siede dietro.

Di serie sulle Lancia Thesis Emblema, questo innovativo climatizzatore automatico "multi-zona" aggiunge al già sofisticato impianto "bi-zona" in dotazione alle altre versioni anche i comandi che consentono ai passeggeri posteriori di controllare su un display separato temperatura e distribuzione dell'aria.

Il guidatore, invece, continua a gestire il clima della propria zona. Rispetto ai tradizionali sistemi di climatizzazione, poi, quello di Lancia Thesis dispone, in più, della funzione "aria diffusa". Attivato spingendo a fondo oltre la fine corsa il comando delle usuali bocchette, il dispositivo sfrutta i microfori di una fascia centrale di rivestimento per attuare una ventilazione più omogenea, gradevole e silenziosa.

Tra i vantaggi, infatti, ci sono una più vasta superficie di scambio termico con l'ambiente interno e una minore velocità dell'aria che non "colpisce" più i passeggeri ma li avvolge in una vera e propria atmosfera dalla temperatura costante. L'impianto di Lancia Thesis, inoltre, attua una strategia di controllo del clima "a temperatura equivalente".

Attraverso alcuni sensori, infatti, registra la temperatura interna ed esterna e valuta la sensazione di benessere termico provata dal passeggero, cioè lo scambio energetico tra il corpo umano e l'abitacolo, sul quale influiscono l'umidità, la temperatura e la portata dell'aria trattata. Un altro sensore, posto in posizione centrale alla base del parabrezza, rileva l'irraggiamento solare del veicolo e l'inclinazione con la quale i raggi stessi raggiungono l'abitacolo. Consente cioè di prevedere l'eccessivo innalzamento di temperatura all'interno dell'auto causato dal sole e quindi d'informare in tempo il climatizzatore.

Tutti questi parametri vengono rilevati di continuo e utilizzati per aggiornare automaticamente la distribuzione, la ventilazione e la miscelazione.

Il risultato è un clima costante, anche in presenza di sensibili variazioni delle condizioni esterne. La regolazione manuale è prevista per: l'impostazione delle temperature interne destra e sinistra , la variazione volontaria della distribuzione dei flussi d'aria, la velocità del ventilatore se si vuole modificare la portata d'aria e il suo arresto, la disattivazione del compressore in pratica, l'impianto funziona come un riscaldatore automatico , il comando del ricircolo e la funzione "MAX DEF" per il disappannamento rapido.

Le scelte manuali sono sempre prioritarie rispetto all'automatismo. Vengono, inoltre, segnalate sul display con la sigla "Auto" che sostituisce quella "Full auto" e memorizzate fino a che l'utente non annulla il comando. Ad ogni accensione il sistema si riporta nelle condizioni memorizzate allo spegnimento, tranne per la funzione "MAX DEF", che invece viene azzerata. È prevista anche la possibilità di spegnere manualmente tutto il sistema, disattivando completamente l'impianto di condizionamento.

Per disattivare il climatizzatore basta azzerare la ventola e confermare il comando premendo di nuovo il pulsante che controlla la portata dell'aria. Mentre per riattivare il sistema è sufficiente premere un qualsiasi tasto della funzione clima: automaticamente il climatizzatore ritorna alle condizioni precedenti lo spegnimento.

In questo dispositivo, infine, ai consueti sensori che registrano temperatura esterna ed interna se ne aggiunge un altro, destinato a verificare la qualità dell'aria. È l'Air Quality Sensor AQS che consente agli occupanti di Lancia Thesis di respirare sempre aria pulita, anche quando si viaggia in città, durante gli incolonnamenti e sotto le gallerie.

Controlla, infatti, la funzione di ricircolo, che viene inserita automaticamente per bloccare l'immissione di aria esterna nella vettura quando si attraversano luoghi ad elevato tasso di smog.


Nuovi post