Chrisadamo

Chrisadamo

SCARICA POZZO PERDENTE NON

Posted on Author Daigar Posted in Rete


    se un pozzo perdente non drena più e devo scaricare le grigie ogni due mesi che devo fare? datemi dei consigli.:idea. Parli di pozzo nero, ma probabilmente è un pozzo perdente che non disperde più perchè la imhoff o non funziona o la si spurga raramente, nel. SPURGO FOSSE BIOLOGICHE E RIATTIVAZIONE POZZI PERDENTI. Fossa biologica e pozzo perdente sono due manufatti fondamentali all'interno di un. Scarichi per immobili non collegati alla pubblica fognatura che impongono di scaricare le acque nere in determinate condizioni e nei modi . fossa Imhoff con successiva subirrigazione, fitodepurazione o pozzo perdente.

    Nome: pozzo perdente non
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 65.61 Megabytes

    No, la domanda non è affatto infondata. Il problema per me è duplice: 1 per poter smaltire le acque meteoriche occorre che il piano dello sbancamento sia sempre sopra falda, cioè che la falda sia sempre ad una quota inferiore al piano di sbancamento.

    In realtà questa condizione deve comunque essere soddisfatta perché altrimenti rischieresti di trovarti il giardino allagato 2 anche se il piano dello sbancamento è sopra falda, per smaltire le acque meteoriche occorre che il terreno sia sufficientemente permeabile da permettere una infiltrazione dell'acqua meteorica nel terreno in tempi ragionevolmente rapidi. Se infatti sei sopra falda ma il terreno sotto allo sbancamento è argilloso, in caso di pioggia il pozzo si riempirebbe d'acqua fino a tracimare Se devi ancora realizzare l'opera forse la cosa migliore da fare è realizzare un piezometro nell'area del piazzale da mantenere monitorato per almeno un anno di tempo, in modo da verificare le oscillazioni della piezometria nel tempo.

    Il piezometro te lo devi far fare da una ditta specializzata ma il monitoraggio, se hai un po' di manualità, lo puoi fare anche autonomamente. In fase di perforazione potrai anche renderti conto della natura del terreno e verificarne, almeno a grandi linee, la permeabilità. Su questa base si procede al dimensionamento del pozzo disperdente.

    Come detto sopra, le Regioni hanno recepito le leggi dello Stato, che sono state a loro volta integrate nei Regolamenti comunali delle fognature. Tale pratica oltre che ad essere corredata da disegni e relazioni tecniche, deve contenere anche una Relazione redatta da un geologo che deve valutare la natura del terreno ove si intendono scaricare i liquami. Affronteremo adesso quello più usato, cioè lo scarico nel terreno tramite la subinrigazione previa depurazione delle acque da parte di una o più fosse Imhoff.

    Noi valutiamo per adesso quelle in cemento. CLIC Il liquame proviene dalla abitazione e si immette nella fossa Imhoff, dove viene lavorato e digerito da particolari microbatteri.

    Nella tubazione che si immette nella fossa Imhoff ed esattamente in quella che proviene dal locale cucina ove ci sono la lavatrice e la lavastoviglie, dovrebbe essere installato un "degrassatore", che non è altro che un pozzetto in cemento, ma diviso in più scomparti e che serve a fermare le sostanze grasse e la schiuma che proviene dagli elettrodomestici citati. La frequenza dello spurgo dipende sia dalla capacità del pozzo sia dall'intensità di utilizzo degli impianti di scarico domestici [3].

    A differenza delle fosse settiche , i pozzi neri non sono dotati né di condotta di efflusso né di dispositivi di depurazione per lo smaltimento dei fanghi fecali [3]. Le pareti del pozzo sono in muratura dello spessore di circa 40 centimetri, e sono intonacate con malta cementizia per assicurarne l' impermeabilizzazione.

    Il fondo in calcestruzzo , a cui viene data una forma a scodella per facilitare le operazioni di spurgo, ha uno spessore di almeno 20 centimentri nella parte centrale. Il pozzo è sormontato da una calotta sferica con botola centrale ricoperta da un chiusino di pietra, che evita l'espandersi delle esalazioni [1] [4].


    Nuovi post