Chrisadamo

Chrisadamo

SCARICA COPIONI TEATRALI DA

Posted on Author Gosho Posted in Sistema


    In elenco puoi trovare e scaricare i copioni che abbiamo rappresentato, visionato parte dei copioni teatrali che trovi in elenco ci sono stati spediti da amici che. Copioni per recite su temi ambientali ed ecologici. Scenette di teatro, sketch e commedie. COPIONI TEATRALI COMICI DA SCARICA - La vendetta del Bortolo . I copioni teatrali che trovi nel nostro sito sono di proprietà degli autori, sono stati reperiti online o ci sono stati inviati da utenti che come te hanno usufruito del. scarica gratis i copioni di Stefania De Ruvo per commedie brillanti e drammi teatrali, premiati in vari concorsi, divertenti, perfetti per la messa in scena.

    Nome: copioni teatrali da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 37.81 Megabytes

    Ognuno ha le proprie convinzioni, pochi hanno veramente il coraggio di dire quello che pensano; il dialogo è il sale della vita, pensarla in modo diverso ed avere una cultura diversa deve essere uno stimolo in più per conoscersi e realizzare meglio la nostra crescita. E' questo il semplice ma concreto messaggio che la commedia scritta dal regista e autore Mario Dometti vuole trasmettere. Ne risulta una commedia divertente, piacevole e piena di sorprese; un puro gioco teatrale fruibile da tutti e dove tutti possano trovare motivo di divertimento e di svago.

    Uno spettacolo adatto a chiunque voglia passare una serata spensierata, e adatta alla "gente che vuole ridere". Dolores è figlia del custode del cimitero e di Maddalena che rassegnata, vive in una casa adiacente al cimitero. Dolores pur essendo una bella ragazza non trova il moroso perché figlia appunto del

    Cecilia Calvi. Cerca nel sito. Privacy Policy. I seguenti testi sono messi a disposizione gratuita di chiunque volesse effettuare una riduzione,, traduzione o trasposizione audiovisiva in qualsiasi forma.

    Per scaricare il copione, cliccare sul link a seguito di ogni descrizione oppure prelevare direttamente il file dal fondo della pagina.

    Vincitore del concorso indetto dal teatro di Roma Viene organizzato, allora, un grande concerto per la pace. Traduzione e libero adattamento di Cecilia Calvi e Ciro Scalera. Il ricordo di un efferato delitto aleggia nella casa dove è andata ad abitare la nipote della vittima, Elisabeth, insieme a suo marito.

    Si sente circondata da fantasmi e perseguitata da un uomo che appare e scompare… Ma non tutto è come sembra.

    Oltre alla suspence del giallo, una approfondita analisi psicologica di alcuni giochi di coppia molto pericolosi. Traduzione e libero adattamento di Cecilia Calvi.

    Una commedia degli equivoci scritta da un Feydeau appena ventottenne, dai risvolti esilaranti e da una comicità ad orologeria. La vendetta del pluriammogliato e pluritradito Emiro non si farà attendere: morte o scambio di corna. Escono di scena - canzone 6.

    Hai letto questo?SCARICA F24 ACCISE

    SCENA 2 Costruire Roma Giove: Cari spettatori, a questo punto Roma è fondata, o per meglio dire tracciata, vabbé disegnata a terra: vedete un quadrato, anzi, no… un rettangolo…boh.. Romolo: Che pretese!! Io sono il capo, il fondatore, il numero uno, il top, mica posso sudare io, mi scompiglio tutti i capelli…, mi stresso i muscoli Giove: Che Giove ti strafulmini, oh scusate.. Capo operaio Tullio : mattonate!!!

    Gli operai iniziano diligentemente la costruzione e nasce un primo piccolo muro Romolo: Bene, con questi bastioni possenti Roma ha inizio, questo è un grande giorno per tutti noi!!! E si appoggia alla costruzione facendo cadere tutto rovinosamente; cade faccia a terra anche lui Giove: Mamma mia che tonto, questo si inciampa da solo… Tullio: Compagni aiutiamo il grande Romolo, solleviamolo!! Alzatevi in piedi, subito…… e ricostruite Tutti scattano anche Romolo e come razzi rifanno il muro Romolo: sommo Giove, Roma è fatta, te la dedichiamo!!!

    Che faticcia.. Sfiniti ricadono a terra Giove: meglio che niente….. Vabbé facciamo la benedizione: mettetevi in ginocchio, di fronte al muro oddio, proprio come a scuola ; Io, Giove onnipotente, figlio di Crono e Rea, nipote di Urano, pronipote di Caos, tris nipote di non melo ricordo più, col potere conferitomi da questo fulmine, vi dichiaro Romolo: marito e moglie!!! Possiamo dare un bacio alla sposa!!!! Giove: Che imbecille!!!! Che testa di coccio!!! Allora dicevo… vi dichiaro primi cittadini della città di Roma.

    Giove: Che spettacolo, neanche al circo. Ah sei tu Mercurio! Sempre di corsa, schizzato, svalvolato!!! Mercurio: Papadre degli dèi, papadre degli dèi, papadre degli dèi, papadre degli dèi correndo dovunque Giove: Fermati, per piacere, calmati… rivolto agli spettatori diteglielo voi, vi prego!!!

    Si, magari!! Mercurio: No, No, no è cadu, è cadu! Ho Capito, corro, anzi, volo!!!

    Navigazione principale

    Sei connesso? Puoi venire qui…Cosa , a che fare? A raccontare… sai Mercurio si è bloc, siè bloc, siè bloccato…Cosa dici? Fai il bagno? Ma stai sempre a mollo…. Dai, vieni , su…rivolto al pubblico speriamo che ce la caviamo!

    Escono - canzone 8. Scena 3 Il ratto delle Sabine Entra Nettuno, pomposamente. Nettuno Che ci sta, che è successo.

    Andate, andate….. Entra Romolo pensieroso con i suoi compagni…. Ragazzi, abbiamo un problema! Kowalsky: uno solo, capo? Che bello…. Soldato: Io so qual è, io so qual è, io so qual è…. Romolo: Buono Soldato, è peggio di quello che sembra Rico: Romolo, io posso inventare quello che ci vuole…..

    Romolo: Aspetta Rico, non sai ancora di cosa sto parlando… Soldato: Io lo so, io lo so, io lo: è il traffico… Romolo: Sei fuori strada Soldato; Kowalski, opzioni Kowalsky: numero uomini romani e li conta , numero donne zero, numero bambini zero.

    Alzati Soldato. Kowalsky, alternative? Kowalsky: Sabato abbiamo invitato ad un ballo quei citrulli degli albani: possiamo fregargli le donne, che dici capo? Soldato: Come si usano le donne?

    Romolo: Non posso spiegartelo adesso rivolto al pubblico questo è proprio ingenuo , andiamo…. Ballo delle Sabine che entrano in scena 9. Romolo: ragazzi, guardatele, sono una bellezza Kowalski: proprio dei begli esemplari: coscia lunga, capelli biondi, grandi…..

    Ricoh: insomma proprio quattro belle gnoc… Romolo: educati ragazzi, carini ed educati. Mi raccomando si avvicina alle donne Sabina1: Che fusti, Che muscoli!!! Come ti chiami? E poi ci siamo anche noi, muica siamo da buttare.. Sabina1: Scocciata Lasciaci, bruto e poi guardatevi, voi tre, un giro davanti allo specchio non vi farebbe male!! Magari un milione di volte… che dici? Ricoh: Kowalsky, lasciale che sono più montate della panna; ci pensa Romolo; noi abbiamo queste altre due… Kowalsky: Ragazze anche voi siete Sabine?

    Prova a toccalla e te lo faccio assaggià.. Mostra il pugno Ricoh: Calma, calma, non ho cattive intenzioni… Sono un bravo giovanotto io!

    Voglio solo fare amicizia… , rivolto a Sabina4. Pare che la tua sorellina ci tenga tanto a te..

    Ricoh: Soldato questa è adatta a te. A me piace Giovanna la tosta. Soldato: sognante Violetta che tenera che sei, sembri di cristallo… Sai io invece vengo dalla città, tante persone, tanti palazzi, tanto rumore; la sogno una pace come la tua, posso prenderti per mano?. A regà rivolta a Ricoh e Kowalsky. Io sto con voi, meglio che niente e li prende per mano Ricoh: due per Romolo, una per noi e una per Soldato… Kowalsky: i conti non tornano. Vabbè Ricoh …accontentiamoci lo stesso abbracciano Sabina3!

    Soldato e Sabina4: Anche per noi va bene, anzi va meglio… Romolo: Tutti contenti allora…!!!! Fanciulle, che ne direste di venire con noi per una bella cenetta e……. Sabina1: Con piacere… Sabina 2: Con piacere.. Sabina 3: Ce corro!!! Romolo: Bene, andiamo, lasciate i vostri cari e fuggite con noi romani Sabine insieme : E vai!!! Inizia la musica e ballano insieme; entra Tito Tazio con 3 sabini di corsa: Tito Tazio: Fermo Romolo, fermi Romani, fermi tutti… Sono Tito Tazio, re dei Sabini, dove volete portare queste ingenue fanciulle?

    Romolo: A casa nostra, ormai le abbiamo prese e sono nostre….. Tito Tazio: Ridammele!!! Romolo: Riprenditele, anzi no ridaccele!! Kowalski: riagguantiamole!!! Sabino2: Recuperiamole!! Soldato: urlando Io rivoglio Giovanna!!!! Tito Tazio: Sono le nostre, punto e basta!

    Romolo: Bene Sabine, con chi volete stare: con questi zoticoni, zozzoni, luridoni o con noi ragazzi della Roma bella? Sabine Con voi, con voi!!!!!! Sabina3: Ecchice… Romolo: Tito tazio, deponi le armi e arrenditi.

    gratis - I copioni di oreste de santis - Teatro per bambini

    Non si comanda al cuore! Tito tazio: Hai ragione Romolo le nostre donne hanno scelto; Da oggi il sangue sabino si mescolerà a quello romano, Ragazzi rivolto ai suoi , abbiamo perso… torniamo ad Alba, tristi, avviliti e…. Romolo egli altri: Cornuti. Escono tutti entra il coro per la canzone Scena 4 Orazi e Curiazi Nettuno: Grazioso pubblico, vi piace finora? Spero proprio di si, mi sto a divertire pure io, con tutti questi canti, questi balli, queste belle figliole e questi ragazzotti bravi bravi….

    Ascoltate bene, porgete orecchio!!! Rintocca la mezzanotte ed entra solennemente Ade, tutto di nero, spettrale; Nettuno: O madonna mia!

    Produzione Teatrale

    Chi è questo! Donde arriva! Ade: con profonda mestizia, solennemente Popolo di Casette, che la disgrazia sia con voi!!!! Ululato e atmosfera di paura Nettuno: Oh no, lo iettatore! Sono già morto e schiattato e non me ne sono accorto,mammamia, mi sei venuto a pigliare? Stavo tanto bene qua! Ade: No fratello mio! Non è il tuo momento, anche se presto lo sarà per qualcun altro ah, ah, ah risata isterica e rivolto al pubblico, prima o poi tocca a tutti!

    Nettuno: Mamma mia che corvo!! Pussa via, fetente!! Sono qui per aiutarti! Nettuno: Non lo voglio il tuo aiuto, me la cavo bene da solo!!! Lo allontana Ade: In compagnia si sta meglio!!

    Nettuno: Meglio soli che male accompagnati!!! Ade: Chi non lavora in compagnia è un ladro o una spia. Nettuno: Chi fa da sé fa per tre!!!

    Ade: Gallina vecchia fa buon brodo! Sono qui per continuare la storia di Roma!! Rivolto al pubblico Amato pubblico, Roma, dopo la vittoria sui Sabini sta diventando una città vera, sempre più grande e ricca, ma le cose non vanno mai troppo lisce!!! E fa le corna Ade: Non scherzare fratello!

    I Romani guidati dal grande re Tullo Ostilio, incontreranno un avversario formidabile in Albalonga e nel suo re Mezio Fuffezio.

    Ade: Zitto fratello, lasciami continuare; dicevo… tanto dolore, tanta sventura, tanta mestizia, al punto che i due re decideranno di accordarsi….. Tullio: e io rispondo con due cinque, no.. Mezio: Tullio, mi manca solo Roma da conquistare, perché non me la regali? Tullio: Ma che sei folle? Perché non ce la giochiamo a braccio di ferro? Tullio: Sono troppo nobile per questo Mezio: Allora a battaglia navale Tullio : i veri soldati combattono con i piedi per terra Mezio: A tris?

    Tullio: Sono troppo intelligente per questo Mezio: A sasso, carta forbici? Tullio: Sono troppo audace Mezio: Ma sei incontentabile!! Senti qui: a muffa rialzo, nascondino, pescatore, Colosseo, palla avvelenata, palla rilanciata, palla prigioniera, palla liberata Tullio: quante palle!!!

    No, conosco io uno scontro adatto al mio blasone. Mezio: Allora parla, non ce la faccio più!!!! Tullio: Non è un gioco: questa è la forza di Roma!!!

    Che entrino gli Orazi Squilli di tromba, entrano i tre fratelli, vestiti da giocatori della Roma,molto eleganti, ma con le spade Mezio: Guarda che damerini, tutti leccati e impomatati!!! Anche gli Orazi iniziano a scaldarsi Mezio: Forza ragazzi, facciamo vedere a questi cittadini con la puzza sotto il naso quanto sono forti i contadini di Albalonga Tullio: Orazi, venite qui: tutti per uno uno per tutti!!

    Per la gloria di Roma vinceremo!!! Guai ai vinti! Petronio: Ragazzi, qui al centro, tutti. Queste sono le regole: chi viene colpito è eliminato, vince chi rimane per ultimo!!! Stringetevi le spade, anzi no, le mani. Subito due curiazi abbattono due Orazi Curiazio1: Beccati questo, Romanaccio! E mena un fendente sulla testa di Orazio 1 Orazio 1: Oh, che dolore che dolore pazzesco, ahimé muoio!

    Ricordatevi di me grandi déi di Roma! Petronio: fischiando Albalonga1, Roma 0. Spade al centro!! Tullio: Forza miei commilitoni! Osate sempre! E solo un inciampo del fato!!! Mezio: Sempre il solito, se perde lo chiama destino…. Che faccia di bronzo!!!! Petronio: Secondo assalto. Orazio2:Crepo, Ah!! Mezio: E due, e vai! Ora come la mettiamo Tullio? Tullio: La speranza non ci abbandona mai, Mezio, siamo romani. Non è finita finché non lo diciamo noi!!! Curiazi tutti insieme : Accoppiamolo!!!!

    Orazio 3 inizia a scappare, fa la ginkana vuole affrontare i Curiazi uno ad uno Orazio3: La tecnica giusta è schivare e colpire, colpire e schivare; prendi questo Curiazio!


    Nuovi post