Chrisadamo

Chrisadamo

SCARICA LIQUAMI NEL TERRENO

Posted on Author Grot Posted in Software


    natura del terreno, dalla quantità di liquame chiarificato da smaltire e E' fatto divieto di scaricare acque reflue di qualsiasi tipo nel sottosuolo e nelle falde. Affronteremo adesso quello più usato, cioè lo scarico nel terreno tramite la Il liquame proviene dalla abitazione e si immette nella fossa Imhoff, dove viene .. La fossa Imhoff dove scarica? nella Fognatura nera o in aperta. La ricopertura dei liquami deve essere effettuata nel tempo massimo di 24 ore e contribuire a migliorare le caratteristiche fisico-chimiche del terreno agrario. nella nozione di acque reflue industriali rientrano tutti i reflui derivanti da attività che non liquami scaricati e le conseguenti ridistribuzioni di umidità nel suolo. .. La condotta drenante scarica le acque reflue domestiche in corso d'acqua.

    Nome: liquami nel terreno
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 38.56 MB

    Di acqua! In data 9 ottobre con n. Salvo quanto previsto dall'articolo 38, ai fini della disciplina degli scarichi e delle autorizzazioni, sono assimilate alle acque reflue domestiche le acque reflue:.

    Per gli allevamenti esistenti il nuovo criterio di assimilabilità si applica a partire dal 13 giugno ;. Salvo quanto previsto dall'articolo , ai fini della disciplina degli scarichi e delle autorizzazioni, sono assimilate alle acque reflue domestiche le acque reflue:. Le modifiche del nuovo articolato rappresentano un salto concettuale notevole rispetto alle precedenti disquisizioni in materia di assimilibilità. Una pratica corretta di riutilizzo agronomica di questi reflui comporta automaticamente che gli stessi non finiscano nel primo corpo idrico, che ne costituisca il recapito intenzionale o meno.

    Scarica l'ALLEGATO 2 Dichiarazione di sussistenza delle condizioni di deroga all'obbligo di presentare variante al progetto di allacciamento degli scarichi fognari ai depuratori comunali del Centro Storico e delle Isole minori. Scarica l'ALLEGATO 3 Dichiarazione di sussistenza delle condizioni di deroga all'obbligo di presentare variante al al progetto di trattamento delle acque di scarico non recapitanti in laguna. Marta Valente mail: servizio.

    Scarichi reflui. Disposizioni Delibera Comitato dei Ministri del Link al sito della Regione Veneto. Testo della Legge speciale Ordinanza allacciamenti La disponibilità dell'azienda agricola era superiore e quindi la circostanza descritta, se si fosse effettuata la necessaria verifica, consentiva di assolvere il titolare dal reato penale e applicare la sanzione amministrativa.

    Non è utilizzazione agronomica, né fertirrigazione nè altro che possa essere legittimamente ricondotto ad un rapporto con il terreno. La problematica sollevata dai ricorrenti, tuttavia, è ininfluente nel caso concreto nel quale i liquami degli animali non erano usati concretamente ed integralmente nel terreno come concime per il successivo ciclo produttivo, ma immessi mediante canalizzazione in un corso l'acqua pubblico; tale attività necessita di previa autorizzazione sia con riferimento alla pregressa normativa sia alla attuale.

    Condividi Preferiti Blocca Cookie Policy. Salvo quanto previsto dall'articolo 38, ai fini della disciplina degli scarichi e delle autorizzazioni, sono assimilate alle acque reflue domestiche le acque reflue: a provenienti da imprese dedite esclusivamente alla coltivazione del fondo o alla silvicoltura; b provenienti da imprese dedite ad allevamento di bestiame che dispongono di almeno un ettaro di terreno agricolo funzionalmente connesso con le attività di allevamento e di coltivazione del fondo per ogni chilogrammi di azoto presente negli effluenti di allevamento prodotti per un anno da computare secondo le modalità di calcolo stabilite alla tabella 6 dell'allegato 5.

    Per gli allevamenti esistenti il nuovo criterio di assimilabilità si applica a partire dal 13 giugno ; c provenienti da imprese dedite alle attività di cui ai punti a e b che esercitano anche attività di trasformazione o di valorizzazione della produzione agricola, inserita con carattere di normalità e complementarietà funzionale nel ciclo produttivo aziendale e con materia prima lavorata proveniente per almeno due terzi esclusivamente dall'attività di coltivazione dei fondi di cui si abbia a qualunque titolo la disponibilità; d provenienti da impianti di acquacoltura e di piscicoltura che diano luogo a scarico e si caratterizzino per una densità di allevamento pari o inferiore a 1 Kg per metro quadrato di specchio d'acqua o in cui venga utilizzata una portata d'acqua pari o inferiore a 50 litri al minuto secondo; e aventi caratteristiche qualitative equivalenti a quelle domestiche e indicate dalla normativa regionale.

    Il Giudice del Tribunale di Palermo, con sentenza dell'8 giugno , assolve l'imputato: "perché il fatto non sussiste, osservando che si trattava di acque assimilate a quelle domestiche per le quali non era richiesta autorizzazion e, che gli agenti non avevano controllato la tipologia delle acque e che gli scarichi erano da assimilarsi a quelli occasionali.

    La Cassazione non accoglie il ricorso, per questa motivazione: Quanto alle imprese agricole, il settimo comma dell'articolo 28 del Dlgs 11 maggio , n.

    Categoria animale allevata. Peso vivo medio per anno t. Scrofe con suinetti fino a 30 kg. Vacche da latte in produzione. Rimonta vacche da latte. Bovini all'ingrasso. Galline ovaiole. Per Nunzio. Ciao, sono da poco proprietario di un immobile, ti scrivo perchè mi sono accorto che i tubi e le vasche acque nere-bianche sono nel terreno del vicino. Per Enrico. Siamo della convinzione che il sistema di fognatura nera ogni persona dovrebbe amministrarlo nel proprio terreno, effettuando la pulizia delle fosse biologiche e dei pozzetti quando necessita.

    Comunque, a parte questo parere prettamente personale, devi verificare dal tuo venditore, la situazione di tale fognatura e sapere come è nata tale situazione, se da una divisione di una proprietà unica, o a seguito della costituzione di una servitù sul fondo servente del vicino.

    Ed in questo caso, quali sono gli atti relativi a tale servitù, se ci sono. Altrimenti sono 20 anni. Prima verifica che non sussista una servitù presso la conservatoria dei registri immobiliari , in caso contrario se non ritieni di spostare il tutto noi siamo sempre della convinzione che le fognature vadano gestite dal proprietario cerca di contattare il vicino e di chiarire come è nata tale situazione.

    Godo della servitù sotterranea a mio favore, di gas, acqua, fognatura e luce che passano dalla via comunale a casa mia attraverso le altrui proprietà, oltre al cavo telefonico che, sempre dalla strada comunale giunge sino alla mia proprietà, correndo sui muri delle precedenti tre case. Del telefono gode chi abita al piano terra della mia casa, in quanto sfrutta il cavo utilizzato per uso del precedente proprietario; questa servitù è in atto da oltre 30 anni. Come devo comportarmi ora?

    Per Davide. Devi per forza contattare i gestori della linea telefonica che ti diranno come fare, quale percorso seguire, quanto pagare. Sono proprietario di una casa in collina dove non esiste rete fognaria. Esiste una cisterna di raccolta di sola acqua piovana situata a 3mt. Chiedo: sono in regola o il mio vicino potrebbe contestarmi qualcosa?

    Attendo risposta grazie Elvio. Per Elvio. Ti abbiamo già risposto. Volevo chiedere se è possibile procedere solo alla integrazione di un nuovo contatore nello stesso pozzetto del vicino oppure sono obbligato a farne uno ex-novo con un nuovo allacciamento. Buongiorno, abito da poco in un casa di campagna. Ho un impianto di smaltimento acque nere con sistema fossa Imhoff e subinrigazione. Sono anche presenti degrassatore e pozzetto di ispezione o di prelievo.

    Vista la notevole distanza è stato posato un tubo PVC intervallato da 3 pozzetti in cls con coperchi in ghisa. Alzando il primo coperchio mi sono reso conto che si è già riempito di materiale solido. Ovviamente inizia a filtrare dai pozzetti un odore poco piacevole. Grazie molte. Per Matteo. Tali pozzetti dovevano essere forniti di doppi tappo, con il tappo più basso in cemento e quello in superficie in ghisa. Tali pozzetti devono essere ripuliti spesso.

    La decantazione comunque è naturale, in quanto i tubi di ingresso e di uscita nei pozzetti vengono posti in opera ad una certa altezza dal fondo degli stessi. Buonasera, devo ristrutturare una casetta in campagna 3 ab. Risulta anche a lei? In tal caso cosa mi consiglierebbe di installare tenendo presente che non ho spazio sufficiente per una subirrigazione?

    Grazie Buonasera Paola. Per Paola. Potete fare la ricerca su internet. Salve, ho in progetto di costruire un eco villaggio con casette di legno dentro cui vorrei mettere i servizi. Ho visto che anche i bungalow li hanno, ma vorrei sapere che sistema di scarico delle acque è previsto o consigliabile per una tale costruzione. Grazie Ilaria.

    Per Ilaria. Se non esiste la fognatura nera pubblica, puoi usare la subinrigazione o meglio ancora la fitodepurazione la quale ti porterebbe via molto meno terreno. Per entrambi occorre mettere in opera una capiente fossa Imhoff Esistono comunque in commercio dei mini depuratori, che devono essere collegati alla corrente elettrica. Sono provvisti di un sistema di clorazione ed ossidazione. Grazie Adriano. Per Adriano.

    Normalmente la tricamerale non viene più accettata da alcuna ASL e quindi dai Comuni. La soluzione in questi casi è la fossa Imhoff. Per Erminio. Per Mayj Non si possono invece smaltire nel terreno del vicino, in quanto proibito dal codice civile, vedi capitolo sullo stillicidio. Seconda domanda: non avendo possibilità di installare un impianto di subirrigazione, non avendo la rete fognaria pubblica e non potendo usufruire di un terreno adiacente per il deflusso delle acque del pozzo in questione cosa mi consigliereste di fare??

    Per Carlo. I pozzi neri a tenuta non sono più ammessi per legge. Potresti sostituire la cisterna con una fossa Imhoff e fare montare un piccolo depuratore ad ossidazione e clorazione finale. Ne vendono in commercio anche a prezzi accessibili. Occorre la corrente elettrica ed il ricambio di sale, ma potrai scaricare le acque di risulta anche in un fosso a cielo aperto.

    Tutti i proprietari attuali che confluiscono nella fognatura,vengono interessati da tale ordinanza. Qualora alcuni proprietari non aderiscano a tale imposizione, puoi sempre mandare una lettera raccomandata RR al comando di Polizia Municipale, ed alla ASL di zona, richiedendo il loro intervento per risolvere il caso. Si , in quanto scaricano tutti acque nere luride.

    Le fognature bianche sono solo quelle che ricevono le acque piovane dei tetti. Buonasera, abitiamo da alcuni anni in una casa di campagna in cui esiste uno scarico esterno che va a finire in un serbatoio sotterrato in cemento a percolazione profonda e non abbiamo mai avuto alcun tipo di problema con tale scarico, e non esiste alcun segno di inquinamento nei terreni circostanti.

    Attualmente abbiamo appreso che siamo in pratica fuori legge e che entro il dovremo metterci in regola con una fossa imhof. Vorrei sapere se come ci è stato detto dobiamo pagare una mega multa non capisco perchè visto che ci si deve mettere in regola entro il e che tipo di domanda dobbiamo presentare al comune nei cui terreni risiediamo.

    Cosa ci consiglia? La ringrazio e cordialmente la saluto, Gianfranco. Per Gianfranco. Comunque, tutto si riconduce alla legge 28 luglio , n. Salvo quanto previsto dal D. Lgs n. Buongiorno amedeu!! Con un piccolo depuratore ci sono da tutti i prezzi ad ossidazione totale e clorazione finale, puoi immettere le acque in uscita dovrebbero uscire quasi bianche in un tubo del diametro da 60 mm ed avviarle, anche se in lontananza, in un fossetto di campagna.

    Usando qualsiasi sistema, avrai bisogno di un recapito finale. Abito in un piccolo condominio 7 appartamenti non collegato alla rete fognaria comunale. Che fare? In termini legali e di tutela ambientale, senza dover percorrere le solite strade delle raccomandazioni, possono gli Enti preposti comune, asl, provincia,ecc… imporre ai privati il passaggio trattandosi di un servizio di primaria importanza?

    Attualmente il fabbricato è provvisto di un pozzo nero.

    Per Salvatore. Per tutti gli edifici, siano essi collegabili o meno alla fognatura pubblica, esistono delle leggi in merito. Il tuo Comune avrà sicuramente un Regolamento degli Scarichi approvato e consultabile via internet.

    Tali regolamenti si basano sulla medesima legislazione. Risolverete il vostro caso. Per Ruggero. Se si leggi il contenuto di questo link.

    Allora facendo un impianto di depurazione a fanghi con depurazione delle acque in Tabella 4 è possibile usare questa acqua per innaffiare la siepe del giardino…?

    Molti piccoli depuratori ad ossidazione totale e clorazione finale vengono commercializzati con la garanzia di usare le acque in uscita anche su libero terreno. Devi trovare un depuratore idoneo, leggere la sua scheda tecnica ve ne sono veramente tanti e farti scrivere la garanzia dal fornitore.

    La cosa mi preoccupa non solo dal punto di vista naturalistico, ma anche pensando che quei terreni sono ad uso agricolo. Da tempo sto pensando di denunciare la cosa. Ho letto sopra delle 3 lettere RR.

    Siccome da quello che ho capito questa cosa era già stata denunciata ma senza che poi fosse fatto niente, vi chiedo, sarebbe forse il caso di fare delle fotografie da allegare alla denuncia? Naturalmente occorrerà sempre la pratica e ottener il permesso quadriennale, rinnovabile 1 anno prima della sua scadenza. Per Marco. Mette il cittadino in condizioni di avere una maggiore coscienza pubblica. Salve Amedeu, vivo in una strada a fondo cieco, privata ma senza cancello per delilimitarla dalla strada adiacente comunale da 30 anni.

    Dall 82 al 92, non avendo il costruttore proprietario della strada costruito impianti di acqua e fogna, che avrebbe dovuto mettere a sue spese come scritto nell atto di compravendita, venivamo giornalmente riforniti da un autobotte di acqua nel nostro serbatoio che non bastava quasi mai per 24 ore, la sera l acqua era terminata.

    Naturalmente non avevamo abitabilità, e quando facemmo costruire impianti idrici e fogna collegandoci al tronco della strada adiacente comunale, spendemmo 4. Ora viene fuori che la strada è pubblica, perchè c e il numero civico, illuminazione pubblica e iscritta nella toponomastica.

    Ripeto , il proprietario della strada era il costruttore che ci ha presi in giro e se n è lavato le mani di tutto. Oggi noi residenti potremmo dire che, avendo sostenuto spese, è diventata nostra? Oppure, possiamo essere risarciti per le spese sostenute ingiustamente? Per Giorgio. Se il Comune non sappiamo da quale Regione stai scrivendo ha agito diversamente, i suoi tecnici, forse non hanno a pieno rispettato tali regole.

    Che altro ti possiamo dire? Andate da un legale della vostra zona, chiedete con lui di visionare la pratica edilizia e fatevi fare a pagamento copia di tutti gli atti che vi interessano. Dopo di che potete sapere come muovervi. Dato che sto ristrutturando un vecchio casale in campagna non collegato alla pubblica fognatura, dopo essere passate dal degrassatore, la relativa imhoff e i vari pozzetti, è possibile scaricare i liquami prodotti nella mia cisterna privata di raccolta acqua piovana ad uso esclusivamente irriguo?

    Per Francesco. Devono essere rispettate le vigenti leggi, e per quanto riguarda il tuo Comune, controlla via internet il Regolamento degli Scarichi, dove ti specificheranno esattamente quali sono i sistemi di smaltimento delle acque nere subinrigazione, fitodepurazione ecc.

    Ciao a tutti, avrei bisogno di un consiglio in vista della costruzione di un impianto di smaltimento delle acque meteoriche. Premetto che la casa ha un impianto indipendente di trattamento delle acque reflue, perfettamente a norma, con fossa imhoff e pozzetto di controllo prima del conferimento alla pubblica fognatura.

    A questo proposito, quindi, vorrei sapere da voi se la normativa lo consente. Per Ray. Nella fognatura pubblica nera è proibito immettere le acque di pioggia, che normalmente hanno una fognatura pubblica a parte.

    Devi informarti in Comune circa la sirtuazione della tua zona. Nel condominio dove abito stiamo rifacendo un muro perimetrale di confine. Durante gli scavi hanno intercettato la condotta delle acque scure di tutto il condomionio e hanno scoperto che quelle chiare provenienti dai pluviali e dalla piazza quando piove convoglia in quelle scure.

    Ora ci obbligano a realizzarle separate con una enorme spesa di denaro. Altre soluzioni non ci sono, a meno che non vogliate lasciare i pluviali discendenti aperti, tramite una curva, al piede del marciapiedi, oppure, se siete in zona di campagna avviare le acque bianche in un fosso aperto.

    Nel caso fosse vero, devo sanare la situazione? Quali sono le norme e le eventuali sanzioni del caso? Per Giorgio Normalmente i pozzi a dispersione non vengono appprovati dai Comuni e dalle ASL, in quanto entrano profondamente nel terreno e possono inquinare le falde acquifere. Sapranno ragguagliarti in merito a cosa dovresti fare. Ho una villetta al mare acquistata tempo fà da anziani.

    A chi , oltre il comune e la ASL posso far intervenire? Posso chiedere il passaggio obbligatorio sul terreno a loro venduto che porta direttamente alla strada e quindi alla fona nera? Il mio avvoccato mi ha in causa con il primo confinante e lui non ha accettato.

    Come posso fare? La ringrazio. Per Raffaella. Dovresti ottenere il passaggio della tua tubazione di allaccio, nel terreno altrui, secondo il tratto più breve e che rechi minor danno ai vicini. Pagando naturalmente una indennità e ripristinando il tutto. Per Tommy. Comunque, ci sembra più logico che ti riferisca al secondo caso e che il Comune vi abbia richiesto la regolarizzazione di una esitente con fossa Imhoff. Il discorso è alquanto complicato e lungo, per cui ti invitiamo a leggere, prima, i suddetti articoli e poi riformularci la domanda a idee chiarite.

    I tubi posati sono ml. Per Fernanda. In un caso del genere, qualsiasi risposta dai è senza dubbio contestabile da almeno la metà dei tuoi vicini.

    Che dirti? Buona fortuna. Sto per acquistare un immobile in campagna non collegato alla pubblica fognatura, in quanto assente in tutta la zona circostante ma dove è presente e funzionante un pozzo nero classico per lo smaltimento delle acque domenstiche, previo spurgo periodico da parte di ditta specializzata e debitamente autorizzata. Vorrei sapere se è sempre possibile poter usufruire di tale utenza. Secondo le leggi nazionali e di igiene delle ASL, non sono ammessi i pozzi neri a tenuta.

    Ho un problema, dovrei spostare un serbatoio GPL a Molfetta, in un comprensorio privato, spostandolo vado a finire vicino alla vasca imhoff. Lo devo semi interrare e a che distanza devono stare i due serbatoi tra di loro? Per Ippazio. Leggi questo nostro articolo, dove troverai anche gli estremi di legge che ti interessano. Nella mia casa vacanze vi è un locale di 40 mtq sotto il livello del tubo dove vengono convogliate le acque nere dei locali sopra la linea della fognatura.

    Vorrei predisporre un piccolo bagno, wc bidet, lavabo e doccia che servirebbe solamente se qualche ospite si fermasse una notte a dormire. Installare vasche biologiche sarebbe esagerato e molto difficoltoso. Vorrei utilizzare un sanitrit o altro impianto del genere. Tale impianto dovrebbe innalzare di 3 mt gli scarichi e immetterli nel condotto esistente che va alla fossa biologica. Gradirei un vostro consiglio. Per Antonietta. Anche se poni in opera un Sanitrit, che scarica tramite un tubo di diametro modesto, devi salvaguardarti dal ritorno della fognatura nera in caso di guasto nel tuo bagno.

    Buongiorno, abbiamo comprato la casa con la taverna e bagno-lavanderia sotto il livello della strada. I locali li usiamo giornalmente. Da qualche tempo ci abitiamo da meno di 1 anno i muri vicini al bagno dove si trova il pozzo, hanno cominciato ad essere bagnati e in certi punti anche le fughe delle piastrelle in taverna. La fossa e fatta con un pozzo in cemento e ha le pareti rotte — ci hanno detto che viene fatto per sicurezza in caso di rottura della pompa, per evitare che si allaghi la taverna e per dare una via di fuga alle acque.

    Ho letto in una della vostre risposte che la vasca di recupero dovrebbe essere impermeabilizzata? Come possiamo risolvere il problema? Grazie per la risposta. Per Barbara. Nel nostro caso la pompa ad immersione si trova direttamente nella prima vasca, la quale spinge direttamente nella fognatura comunale, direi che e assolutamente sbagliato!?

    Reflui zootecnici

    La pompa non è assolutamente installata con un tubo di polietilene elastico, ma con un tubo rigido che la tiene ferma, la fossa non è profonda, non credo arrivi al metro di profondità. E non parliamo del fatto che non è impermeabilizzata. Abbiamo chiuso i buchi del troppo pieno e le fughe si sono asciugate, e ci siamo accorti che svuotando la fossa con la pompa, dopo qualche minuto sembra che dal fondo torna sempre acqua, come se fosse fatta a fondo perso?!

    A chi possiamo rivolgerci secondo lei? E ci sono altri 5 appartamenti con la stessa problematica. E caso di far intervenire il comune? Grazie ancora. La pompa fissataal tubo rigido va bene, purche la si possa sollevare ed effettuare la manutenzione, pulizioa e ricambio di pezzi.

    La valvola di non ritorno è stata montata?. Ancora una cosa…. Grazie ancora Barbara. Stai parlando di una vasca a tenuta stagna? In altre parole non di una Imhoff , ma di un pozzo nero non più consentito dalle vigenti leggi. Buongiorno, avrei bisogno di una informazione: poichè per mancata pendenza del collettore principale anni fa non ho potuto allacciare la mia casa alla fognatura comunale della strada davanti al mio giardino e visto che gli abitanti della strada dietro la mia proprietà hanno la pendenza giusta, vorrei sapere se esiste la possibilità di collegare direttamente la mia fossa biologica alla fognatura del vicino che dista circa due metri dal confine.

    Cordiali saluti. Per Maria Anita. Leggi questo nostro articolo. Questo per dirti che non sei in condizione di esigere una servitù a carico del vicino, per allacciarti alla fognatura più bassa, posta dalla sua parte.

    Speriamo che la richiesta non sia troppo alta. Per Cesare. Per sapere se tale fossa biologica è sufficiente per quel numero di persone, puoi contattare anche per telefono un magazziono edile e farti controllare le misure sui loro listini. Siccome il degrassatore non è stato mai pulito i residui dei saponi hanno impermeabilizzato il pozzo di dispersione che tracima.

    Devo sostituirlo cambiandone anche la posizione? La tubazione che arriva al pozzo di dispersione non è di quelle drenanti, devo sostituire anche quella? Non ho problemi di spazio. Per Enzo. Per Lorenzo. Se desideri una risposta, riformula la domanda e per correttezza inserisci la tua email.

    Aggiungo che mi sono reso disponibile a versare la mia quota relativa ai costi sostenuti per la costruzione della fognatura. Per Claudio. Ti indicheranno una soluzione. Buona sera, Ho acquistato lo scorso anno un appartamento in un piccolo condominio di 9 unità. Il costruttore si è dimostrato una persona decisamente sleale e i problemisi ssono rivelati molteplici.

    Noi ci siamo ritrovati una fossa imhoff intasata e un tombino di ispezione di questa fossa DENTRO la scala condominiale! È una cosa normale? Per Maurizio. Occorre fare un sopralluogo per pronunciarsi con accortezza su un simile caso, e noi non possiamo. Per Mariano. La soluzione è quella di mettere in opera un depuratore a clorazione ed ossidazione finale, oppure uno simile. Salve oggi ho discusso con il mio vicino a causa della puzza che arriva nel suo appartamento in un ripostiglio per la precisione secondario alla presenza nel mio appartamento di un secondo bagno dotato di sanitrit che a detta sua sarebbe la causa della puzza.

    Grazie in anticipo per la risposta. Ho comprato un bosco con un rudere che ho sistemato con regolare DIA. Non era stato previsto un bagno, ma ora sarei intenzionato a farlo, solo che la fognatura pubblica non è presente nelle vicinanze, essendo appunto in un bosco. Avevo optato appunto per un impianto con imhoff, filtro percolatore anaerobico non avendo allacciamento elettrico per potere mettere uno aerobico e successivo collegamento in un Rio che passa poco distante dal fabbricato.

    Il mio geometra mi ha sconsigliato di fare richiesta in comune perché non approverebbero. Mi ha parlato di zona a vincolo paesaggistico, di rischio idrogeologico. Possibile che non si possa fare? A chi devo rivolgermi? Per Manuel. Buongiorno, anzitutto grazie per la celere risposta. Ma secondo lei a livello burocratico, facendo un impianto seguendo tutte le regole del caso, il comune potrebbe comunque opporsi alla creazione di questo impianto di fognatura, assimilabile al domestico?

    Grazie di nuovo. Un impianto quale quello che hai visto è conforme alla vigente normativa in materia. Eventualmente, tu trovassi ostacoli burocratici, non ti resta che contattare la ditta che li produce, informandola dei fatti. Buongiorno, Espongo il problema sperando qualcuno possa aiutarmi. Da oltre due anni avendo problemi di maleodore chiedo al proprietario di casa di risolvere il problema, e lui se ne frega.

    Che cosa posso fare? A chi ente, provato? Per Pierluigi. Più che denunciare il proprietario, devi rivolgerti presso la ASL di zona, ufficio igiene pubblica, facendo presente agli addetti che vivi in una casa non salubre e che chiedi per cortesia, in quanto sono questioni fra privati e potrebbero opporsi , di venire a verificare quanto asserisci, al fine di essere instradato sul cosa fare.

    Ma riservatelo come ultima soluzione. Non vorrei mescolare le acque grigie a quelle nere perchè ho sentito dire che i saponi uccidono la flora batterica.

    Nel degrassatore devi convogliare le acque nere provenienti dalla cucina, ed eventualmente anche dal bagno, se in tale locale hai installato la lavatrice. Il degrassatore va posto sempre prima della fossa Imhoff. Abito in un condominio a Bologna. Vorrei riciclare le acque di scarico di lavandini e docce nel sifone del water della mia abitazione..

    Chiedevo legalmente, dal punto di vista della regolamentazione delle acque è possibile farlo? Gli scarichi del lavandino e della doccia sono considerati neri, per cui devono essere avviati verso la tubazione nera, e normalmente collegati sotto la braca o braga del vaso WC, collegato alla colonna montante da mm.

    Per cui stai pensando di fare un lavoro nelle regole delle leggi attuali. Si, grazie Amadeu, ma io non voglio inviarli sotto la braca del vaso WC, ma al vaschetta dello sciacquone. Va bene lo stesso? Grazie ancora Amadeus-. Lo scarico Pensiamo che tu pensi a quello e non proprio alla cassetta dello sciacquone, il che sarebbe fuori norma della cassetta scaricatrice è di 40 mm e ti creerebbe dei grossi problemi di ricevimento di 2 diversi altri scarichi.

    Dovresti usare il sistema dei coloranti. Puoi acquistare un colore non inquinante in ferramenta Per esempio il rosso. Devi gettarne un poco nel vaso. Quale normativa lo impedisce?

    Scarichi reflui

    Grazie comunque per la tua veramente encomiabile disponibilità. In effetti non è molto chiara la tua domanda, come avrai compreso anche dalla nostra risposta. Si, grazie Amedeu, ora ho capito. Quindi forse sarebbe sconsigliabile a meno di mettere un filtro da pulire in caso di necessità.

    Grazie ancora, Amedeu, i problemi tecnici in qualche modo sono risolvibili, ma è importante che non ci sia nessuna normativa che lo vieta. Buongiorno, sono un geologo e ho un cliente con lo scarico fuori fognatura esistente con acque chiare e acque nere non separate che arrivano insieme ad una tricamerale.

    Dovendo mettere più o meno a norma questo scarico vole sapere se è comunque possibile installare un degrassatore prima della tricamerale e soprattutto se questo svolgerà la sua funzione su olii e saponi..

    Nel contratto avrete scritto che il bene viene ceduto ed accettato nelle condizioni in cui si trova ecc… Tale clausola potrebbe non essere valida se la casa non potesse scaricare i liquami neri in alcun luogo; ma probabilmente sarà collegata ad una tubazione di smaltimento o altro, per cui difficilmente, a nostro parere, potrai richiamare la responsabilità del venditore.

    Due mappali diversi non graffati ma usati assieme pertinenza art. Ringrazio infinitamente eventuali soluzioni 2 tecnici si sono arresi. Difficile capire cosa espone il richiedente in tale domanda. Comunque vediamo di rispondere a cosa abbiamo capito noi.

    Il lotto B è intercluso, per cui a norma di legge deve avere, come minimo, una servitù di passaggio Dal lotto A o da altra direzione e che non costituisce linea di confine dalla quale fare rispettare le distanze di una costruzione. Una costruzione molto stretta, quasi irrealizzabile, a meno che tu non ci realizzi due mini alloggi affiancati. Fin qui ci siamo?

    A questo punto, il Comune, vista la conformazione del lotto, ti impone di abbinarlo al lotto A, in maniera da sfruttare il volume esistente su tale terreno. Naturalmente se scegli la seconda soluzione, devi optare per una costruzione lunga e stretta come spiegato sopra, per la prima soluzione, devi creare una servitù di passaggio nel lotto A Amedeu e c.

    Sono proprietario di una casa in campagna dove esiste già un sistema a subirrigazione. Grazie Andrea. Abito in un condominio che ha una condotta di fogna con depuratore. Lo scarico, dopo la depurazione, viene immesso nella condotta della fognatura pubblica. Per Giovanni. Dopo di che segui le loro indicazioni. E quali documenti necessitano per una fossa biologica a tenuta stagna?

    Vi ringrazio anticipatamente. La tua è una domanda da un miliardo di euro. In Comuni a noi vicini richiedono: il progetto completo di planimetrie, sezioni, particolari costruttivi e relazione descrittiva.

    La relazione geologica. Il progetto va presentato in Comune che a sua volta deve ottenere il parere della ASL. Non richiedono il contratto con ditta dello spurgo. Per cui Comune che vai leggi che trovi.

    Penso che gli attuali proprietari avrebbero dovuto da tempo realizzare un impianto di scarico a norma! In ogni caso…. Grazie per i lumi! Per Vincenzo M.

    L'interramento dei liquami di origine agricola

    Lo scarico fognario deve essere perfettamente a norma, poichè in caso contrario rischi una denuncia penale e civile da parte del Comune e dei Vigili sanitari. Per gli altri impianti, specie per quello elettrico, vigono delle norme di esecuzione e sicurezza, per cui, se devi chiedere degli allacciamenti, questi devono essere adeguati alle vigenti normative. Per Morris. Se hai già un allaccio alla FN comunale e ti limiti a ripristinarlo tramite una manutenzione ordinaria,rientri nella libera edilizia, per cui non dovrebbero essere soggetti a comunicazione.

    La zona non è provvista di fognatura, per cui la casa è fornita di una fossa biologica. Cosa devo fare a chè il mio vicino sani la situazione? Devo rivolgermi alcomune o ai vigili del fuoco? Per cortesia mi consigli se devo rivolgermi ad un legale che dipani la matassa? Aspettando una vostra risposta , vi ringrazio e ossequio. Buonasera, abito in provincia di Napoli in un condominio dove ci sono 30 appartamenti, ogni appartamento scarica le acque bianche e nere gia mischiate nelle rispettive fecali o verticali, che poi a loro volta immettono queste acque in una condotta che scorre ai piedi del fabbricato orizzontalmente in una proprietà condominiale per circa 25mt ed infine si immette nella rete fognaria comunale.

    Speriamo di essere stato chiaro, comunque la condotta che si trova nella proprietà condominiale e che raccoglie tutte le fecali 6 ha bisogno di essere rifatta in quanto qualche volta quando si intasa ha degli sversamenti di liquami. Il problema è il seguente. Io personalmente sono molto scettico a questa imposizione, ed infatti non ho trovato nessun riscontro chiedendo a quache conosente e addirittura su internet. Mi chiedo: 1 se è necessario realizzare questa vasca di cui parla il tecnico 2 Non siamo sottoposti alla rete fognaria comunale 3 La fogna comunale si trova a circa 2,70mt di profondità dalla superficie della sede stradale.

    Spero di essere stato chiaro Vi ringrazio e aspetto una Vs risposta, Domenico. Per Domenico. Il problema sta a monte, in quanto avete le acque nere Bagni, cucine e lavelli mischiate con le bianche Acque piovane del tetto.

    Questo ci fa pensare che la fognatura comunale sia mista. Ci sembra strano che la situazione sia quella da te prospettata, per cui, prima di parlare con il tecnico, prendi le informazioni che ti abbiamo indicato. Porgo distinti saluti e ancora grazie. Grazie in anticipo della risposta..

    Non abbiamo la sfera di cristallo per prevedere il futuro. Comunque, il terreno, pur essendo drenante Ottimo sarebbe ghiaioso , nel caso di acquazzoni, come si stanno manifestando in questi ultimi anni a causa del cambiamento climatico, potrebbe non assorbire facilmente una grande quantità di acqua. Forse, ti converrebbe pensare alla possibilità di allontanare le acque In questi casi estremi , tramite delle pompe ad immersione, creando, eventualmente, dei pozzetti profondi con le pareti semiaperte e senza fondo chiuso.

    Tali pozzetti potresti realizzarli nelle fosse di drenaggio, in modo che le pompe entrino in funzione al superare di certi limiti di guardia. Per Ascanio. Mi scusi per il disturbo. Troverai tutte le indicazioni su questo sito. Per Fabio. Puoi usare una fitodepurazione, oppure un piccolo depuratore a fanghi attivi, od ancora, a seconda della Regione nella quale abiti, puoi mettere in opera un impianto di percolazione, costituito da una fossa Imhoff e da un percolatore.

    Per Anonimo Se desideri una risposta, riformula la domanda e, per correttezza, inserisci la tua e mail. Salve, ho un terreno agricolo ad uso orto fuori città, confinante a valle con un piccolo torrente ed a monte con un Maneggio. Per anni il terreno è stato utilizzato da mio padre e poi da un mio anziano parente, per cui è sfuggito al mio diretto controllo. Mi spiego….. Proprio attiguo al mio confine il proprietario del maneggio ha costruito un box di lavaggio cavalli e smaltimento escrementi.

    Il tutto, in mancanza di un adeguato scarico, si traduce in un liquame misto acqua — letame che viene nel mio terreno. Queste acque sono da considerarsi nere? Io credo che siiano tutti lavori di sistemazione a carico del vicino, visto che lui è completamente a monte del mio terreno. Per prima cosa devi sapere che tutte le acque di scarico sono nere, ad eccezione di quelle di pioggia. Una volta che ti sarai informato, parla amichevolmente con il tuo vicino e chiedigli di adeguarsi a quanto prescritto dalle suddette normative.

    Per Mauro Se desideri una risposta, riformula la domanda e, per correttezza, inserisci la tua e mail. Salve, sapete mica darmi qualche notizie relative ad un tipo di fossa settica di nome Sacecar che veniva installata negli anni 60?

    Grazie, Cristiana.

    Per Cristiana. Spiacenti, ma non siamo riusciti a trovare indicazioni valide, riferite al nome che ci hai dato. Sono cortesemente a chiedervi quale potrebbe essere la soluzione migliore e normativamente sostenibile in una casa sita presso una borgata marina priva di pubbliche fognature.

    Il precedente proprietario ha installato in casa una fossa a dispersione, che reputo sia illegittima. O devo necessariamente impostarne una con fito depurazione?

    Nella fossa imhoff devono essere invasate anche le acque provenienti da lavastoviglie e lavatrice? Grato per quanto vorrete rispondervi vi saluto cordialmente. Le acque della cucina, compreso la lavatrice e la lavastoviglie devono passare prima attraverso un degrassatore, che dovrete tenere sempre pulito.

    Comunque, per disperdere detti liquami nel terreno, serve sempre una perizia geologica ed un progetto approvato dal Comune, con una autorizzazione rinnovabile ogni 4 anni. Salve, ogni quanto tempo effettuare lo spurgo di una vasca residenziale tipo imhoff con sistema di dispersione nel terreno, è prescritto da qualche norma? Grazie per la risposta, se ho ben capito vi è obbligo di legge di almeno 1 spurgo annuale?

    Più che alle leggi in materia, che sono cambiate negli anni e sostituite o trasformate da leggi regionali, devi far riferimento al Regolamento degli scarichi e delle fognature del tuo Comune, che dovrebbe essere stato redatto con la collaborazione della ASL.

    Effettua tali controlli.


    Nuovi post