Chrisadamo

Chrisadamo

SCARICA SASSI GRIGNETTA

Posted on Author Taura Posted in Ufficio


    Contents
  1. La “Grignetta”
  2. Potrebbero interessarti
  3. Casco salvavita
  4. Incidente in Grignetta. Colpito da una scarica di sassi, è grave

MANDELLO DEL LARIO – Scarica di sassi mortale a pochi passi dal rifugio “ Rosalba” sulla Grignetta. L'allarme è scattato intorno alle ALPINISTI DECEDUTI IN GRIGNETTA: vittima 38enne ieri sulla Grignetta, travolto da una scarica di neve e sassi con l'introbiese Ezio Artusi. Approfondimenti Scarica di sassi lo colpisce in testa: escursionista elisoccorso in Grignetta 24 agosto Cade in Grignetta, intervento. Rifugio Rosalba sulla Grigna meridionale, Grignetta,, è stato colpito da una scarica di sassi avvenuta nella zona: sul posto, allertato da una chiamata al numero.

Nome: sassi grignetta
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 55.46 Megabytes

La persona, a cui sarebbe stato riscontrato un trauma cranico importante, è stata trasportata al pronto soccorso in codice rosso molto critico. Accedi al tuo account. Password dimenticata? Recupera Password. Recupera la tua password. Scopri il Meteo Contatti.

Gita stupenda in una giornata ventosa. Una lunga attesa circondato dal silenzio ed immerso in una moltitudine di colori stupendi. Rientro in anello passando per l'Alpre La Colla. Rientro con libera interpretazione. Album - GPS - Alpe Gabbio: Cresta della Marona con rientro in anello lasciando il comodo sentiero per il crinale che porta ad Onunchio dal Passo del Diavolo su una vecchia traccia abbandonata.

Bottani - 29 ott Allievi - Bonacossa in un'incredibile inverno senza neve - 30 dic Album - GPS - Ghiacciaio di Predarossa: salita ad una cima senza nome nei pressi del ghiacciaio percorrendo l'elegante Morena laterale. Album - GPS - Chiareggio: salita al lago Palù con il suo specchio giacciato e risalita verso il Sasso Nero fino alla fine della seggiovia quando sono stato obbligato al rientro per l'ora - 3 dic Uno splendido panorama dalla cresta con vista sui laghi di Como e di Lugano - Giu Album - GPS - Premana:.

Album - GPS - tappa dal passo del Faiallo al Rifugio Pra Riondo in una spendida giornata autunnale camminando a fatica in una girandola di colori - 10 nov Album - GPS - Faiallo: una giornata a rincorrere il giallo dei Narcisi, un lungo giro dal Faiallo al Beigua con una veloce discesa verso il mare ed una lunga e faticosa risalita dal sentiero dell'Ingegnere. Album - GPS - Montemarcello lerici; una bella passeggiata sempre in vista mare sulle alture tra Lerici e Montemarcello.

Divertente salita al Bric dell'Agnellino. Ferrata molto atrezzata e relativamente facile, elettrizzante il ponte. Album - GPS - Montemarcello: spiaggia di Punta Corvo in una tiepida giornata di fine ottobre, i giochi lenti delle onde, gli ultimi colori delle bacche ed i riflessi del sole verso il tramonto.

La “Grignetta”

Epifania Album - GPS - Rivavaldobbia - 14 mar Indicata come TD molto difficile principalmente percè è molto esposta. Attrezzata benisimo.

Passeggiata tra gli alpeggi - 14 lug Da Carcoforo a Rima passando slaa cresta del Pizzo. Album - GPS - Salita verso la Punta Cassana fino a dove lo permetteva la neve primaverile ancora abbondante sui prati - mag Album - GPS - Crap de la Parè: salita lungo il sentiero solo parzialmente tracciato oggi tracciato integralmente circondato dai fiori di giugno - giu Due giorni in anello tra Livigno e la Val Fraele - ago Album - GPS - Val Saliente: girovagando in cima nel tentativo di fare l'anello con il ritorno dal monte Motto - ago Album - GPS - Ciaspolando attorno al paese.

Album - GPS - La Breva: salita invernale con ciaspole e Snowboard in una giornata di sole e calda, neve strana e molle ma sciata bellissima.

Album - GPS - Val Federia: passeggiata in fondovalle fino alla malga di Val federia in una fredda ed assolata giornate con solo gli scarponi, la neve teneva.

Potrebbero interessarti

Album - Pizzo Boga: con Enzo Nogara lavori sulla via R2Monza per la sistemazione di alcuni ancoraggi e di alcune soste - 11 dic Album - Placca Condor: Seconda uscita con Francesco, 27 mag Album - Mars Alam Salita al Cornizzolo veramente sudata con la vecchia Legnano.

Rientro a Milano con un lungo giro per la brianza passando da Casate Novo, Gessate e Milano - 2 giu Ciclabile della Martesana fino a Cassano, ritorno fino a Gessate quindi alla ricerca del Villoresi tra i campi - 21 giu Anello sui tre navigli; Grande, di Bereguardo e Pavese - 28 giu Al ritorno un tratto sul Ticino. Album - GPS - Turbigo in notturna: pedalata lungo il ticino per catturare le foto del tramonto - 22 set Breve puntata vista la giornata di sole.

Album - GPS - Ticino: anello Villoresi dal naviglio grande, una bellissima giornata autunnale dopo giorni di piogge torrenziali. Pedalata lungo il Ticino da Robecco sul Naviglio a Boffalora: scoiattoli ed un capriolo - 12 dic Album - GPS - Robecco sul Naviglio: breve corsa nella speranza di scattare qualche foto alla campagna con le nebbie ma la nebbia ha battuto in ritirata. Anello con rientro lungo il Ticino.

Casco salvavita

La scorsa piena del fiume si è portata via un ponte. Album - GPS - Tornavento: a piedi sul Ticno alla ricerca di qualche fiocco di neve in una grigia giornata invernale - 4 feb Album - GPS - Sulle tracce dell'inverno; pedalando nei dintorni di Robecco tra marcite e dritti filari di Pioppi, nute sentinelle a difesa del Monte Rosa che fa la quinta alle splendide cascine Lombarrde.

Colori delle foglie verso Boffalora. Album - GPS - Robecco: pedalando lungo i navigli in un pomeriggio di dicembre.

Album - GPS - Robecco: rientro da Gaggiano seguendo il percorso indicato con "Camminando sull'Acqua" per rubare qualche scatto al tramonto ed alla sera con i suoi riflessi.

Album - GPS - Lanca di Bernate: passeggiando nei dintorni sotto la neve con la macchina fotografica al collo. Album - GPS - Noviglio: qualche scatto con il telefono passando tra le risaie. Album - GPS - Noviglio: le foto alle nuvole prima dell'implacabile temporale che si è scatenato al ritorno. Una corsa sull'argine del Po. Prima giornata: Sestri levante - Montemarcello facendo il passo del Bratto ed i Colli delle Cinque terre.

Incidente in Grignetta. Colpito da una scarica di sassi, è grave

Rientro a Lecco dal lungolago. Stai commentando usando il tuo account Facebook. Notificami nuovi commenti via e-mail. Notificami nuovi post via e-mail.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam.

Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti. Vai al contenuto. Stefano Uncategorized 17 luglio 0 Minutes. Costruito dal presidente del CAI Milano Valsecchi e donato alla Sezione, fu inaugurato il 15 luglio e dedicato alla figlia Rosalba. Si arriva in entrambi i casi poco sotto la cima del torrione, dove si sosta su chiodi. Da qui salire sulla cima e scendere agevolmente per roccette sul lato opposto, seguendo poi la marcata traccia che va verso l'attacco della Cresta Segantini.

Non salire nel camino-canale dove sale questa, ma stare a sx sotto la parete. Sosta da attrezzare. La sosta originale in realtà si trova circa 10 metri sopra l'ultimo cordone, su 3 chiodi info G. Re Depaolini. Superatolo, si arriva ad un ballatoio dove è possibile sostare, ma noi abbiamo proseguito per il tiro successivo, più facile V- max , che porta in cima al torrione, sosta da attrezzare.

Si continua sul filo di cresta per la Segantini classica, si scende una paretina esposta, fino all'intaglio dove si trova il Torrione Svizzero.

Si scende pochi metri a sx fino alla base inferiore del torrione. Da qui traversare verso evidenti cordoni per salire direttamente la cima su paretina strapiombante ma ben ammanigliata.

Sosta su cordone in posto su grosso spuntone.

Ci si cala con una doppia da 25 metri moschettone presente sul cordone verso il versante ovest della Torre della Finestra m. Ora scendere facilmente ad una selletta e seguire la Segantini classica su una cengia sul versante nord.

E' la cengia che porta alla calata per andare a prendere la Lingua. Individuare una sosta di calata su due chiodi con cordino, un po' nascosta.

Attenzione ai detriti che la corda muove. Se si è arrivati in cima alla parete, raggiungere la sosta sul bordo sx scendendo per roccette detritiche.

Fare una breve calata di 15 metri nel canale, a raggiungere un ripiano formato da un masso e poi la cengetta alla base della paretina opposta.


Nuovi post